Categorie
News Politica

Governo, Delrio (Pd): “Lavoriamo per evitare una crisi al buio”

Crisi di governo, il Pd Graziano Delrio: “Affrontare i nodi. Contare sui voti al Senato è uno scenario fragile. Non esiste l’ipotesi di un esecutivo a guida Draghi”

delrio governo
Graziano Delrio

“Noi lavoriamo per evitare una crisi al buio”. Così il presidente dei deputati del Pd Graziano Delrio in un’intervista al Corriere della Sera. E aggiunge: “È sciocco pensare che, in una situazione di così forte fibrillazione, non possa scapparci l’incidente che ti porta al voto anticipato”.

“Bisogna lavorare per rilanciare l’azione di questo governo con un patto di legislatura su sanità, politica industriale, occupazione. Non vogliamo una crisi al buio, ma dobbiamo sederci al tavolo e affrontare i nodi”, aggiunge. Sulla conta dei voti al Senato: “In una fase in cui l’Italia ha bisogno di unità non serve una maggioranza debole, ma molto forte, che lavora come una squadra vera e unita. Affidarsi a variabili di soggetti singoli sarebbe uno scenario fragile, sbagliato e incomprensibile, come il voto anticipato”.

Delrio: “Conte deve fare sintesi”

“Il passaggio fondamentale è rilanciare sui contenuti – afferma -. Vedremo la nuova bozza del Recovery Plan e se davvero andasse nella direzione del cambiamento, sarebbe un segnale positivo. Conte è il punto di equilibrio della coalizione e deve fare la sintesi. È indiscutibile che questa situazione sia diventata così pesante anche perché i segnali che si chiedevano non sono arrivati per tempo. Ma se i segnali arrivano, non siamo fuori tempo massimo. Nessuno lavora perché il quadro precipiti, ma se non si trova una mediazione tutto può precipitare”.

E per evitare che ciò avvenga “ci aspettiamo un’iniziativa del premier su due versanti. Il primo è cambiare il Recovery e il secondo è che il rilancio programmatico trovi nuovo impulso e raggiunga gli obiettivi alla sveltissima. Se ci sono passi avanti Renzi ne prenda atto, senza atteggiamenti strumentali. Siamo preoccupati, i toni rischiano di aprire una crisi senza sbocco”.

delrio governo
Da sinistra: il premier Giuseppe Conte e il senatore Matteo Renzi (Iv)

LEGGI ANCHE: Il Pd si schiera col premier: “Nessuna alternativa a Conte”

“Ipotesi governo Draghi? Non esiste”

L’ipotesi di un governo Draghi “non esiste”, sostiene Delrio. “Il Pd non lavora alle subordinate, ma al rilancio e alla collegialità del governo, col contributo delle opposizioni nel rispetto dei ruoli”.

LEGGI ANCHE: A Renzi non bastano le aperture di Conte: vuole il Mes

Infine, sulla delega ai servizi segreti fa presente che è “uno dei temi programmatici su cui anche noi abbiamo stimolato una riflessione. È chiaro che è in capo al presidente del Consiglio, ma diverse volte è stata delegata ad altri. È una questione che va posta”.