Bollette di luce e gas: a breve prezzi in aumento

Rincari nelle bollette di luce e gas per le famiglie italiane, a determinarli sono diversi fattori.

bolletta
bolletta – Meteoweek.com

Brutte notizie per i risparmiatori italiani, dal prossimo 1 Aprile sono previsti rincari nelle bollette di luce e gas. A determinare questo incremento sono i prezzi, in aumento, delle materie prime. Precisamente, ai nuclei famigliari italiani toccherà spendere, in media, il 3,8% in più per l’elettricità e il 3,9% in più per il gas.

Rincari e agevolazioni

A rendere il boccone un po’ meno amaro c’è il fatto che la spesa annuale sarà ancora leggermente inferiore di circa 56 Euro rispetto a quella dell’anno seguente.  Si tratta di circa 517 Euro (-0,7%, cioè 4 Euro a confronto dei 12 mesi equiparabili all’anno precedente, dal 1 luglio del 2019 al 30 giugno 2020) per quanto riguarda l‘elettricità. Sul versante gas, invece, la spesa di una famiglia tipo è di circa 966 Euro, ovvero 52 Euro in meno secondo la base annua, con un risparmio (-5,2% rispetto ai mesi, cioè 52 Euro in meno su base annua.)

luce e gas
luce e gas – Meteoweek.com

Leggi anche: Tensioni sul decreto per il dopo Pasqua. Ma i 529 morti di ieri segnano un solco

Per le piccole imprese forse sarà di sollievo sapere che , nel secondo trimestre dell’anno, secondo il tagliabollette previsto dal Dl sostegni ci saranno 600 milioni di risparmi complessivi per 3,7 milioni di soggetti che usufruiranno di uno sconto ad Aprile, maggio e giugno. Lo sconto previsto è di 70 Euro al mese per un cliente con contratto con potenza di 15 kW. Gli esercizi commerciali che risentono delle chiusure dovute alla pandemia potranno così respirare un po’. Trattandosi di un’agevolazione riservata agli esercizi costretti a restare chiusi, gli altri potranno risparmiare tra il 20 e il 30% della spesa totale della bolletta.

Leggi anche: in Lombardia “non va tutto bene”. Gli errori della regione nella gestione del Covid

Le proteste

L’aumento, dicevamo, è determinato dal forte apprezzamento delle materie prime, causato dalle aspettative per una prossima ripresa economica su cui, naturalmente, puntano tutti i mercati, considerando l’arrivo dei vaccini. Stefano Bassegni, Presidente dell’Autorità, ha commentato così: supportare le imprese in questi mesi è quindi una scelta prioritaria”. Infine, è chiaro che questi aumenti sono osteggiati, ne parla Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori. Vignola ricorda che, a inizio pandemia, era stato proposto di ridurre l’Iva sul gas al 10% su tutto il consumo. Il Codacons aggiunge che su luce e gas c’è una spesa non più sostenibile. In particolare, quasi la metà della bolletta del gas, dal 1 Aprile, avrà oneri e imposte per il 43% , sull’elettricità la tassazione grava invece, per il 33% su ogni fattura. Secondo quanto emerso da un’indagine dell’Osservatorio SOStariffe.it nel 2020 le famiglie italiane hanno ricevuto una stangata da 268 Euro in più in bolletta, a causa dell’aumento della dad e dello smart working. Questo in un periodo in cui tante persone sono in difficoltà finanziaria a causa del Covid.