A Fiumicino atterra un volo dall’India: il 9% dei passeggeri è positivo al Covid

In quarantena 233 passeggeri arrivati con Air India a Fiumicino. Il 9% del totale positivi. Una percentuale molto alta, quasi 1 su 10 positivo al covid. 

passeggeri air India

I passeggeri atterrati ieri sera a Fiumicino con il volo Boeing 787 dell‘Air India sono stati controllati e il 9% è risultato positivo al Covid. Sono tutti in quarantena i 233 passeggeri. Ovvero sono risultati positivi 23 tamponi effettuati su 213 passeggeri e sui 10 componenti dell’equipaggio. Al momento tutti sono ora in quarantena alla cittadella militare della Cecchignola o allo Sheraton Hotel all’Eur in base alla nuova ordinanza del ministero della Salute. Il motivo è ridurre i contagi e limitare il più possibile l’arrivo della nuova variante indiana stringendo i confini con chi arriva dall’India e dal Pakistan. I passeggeri arrivati con l’Air India sono in attesa dei risultati del test molecolare. Il 9% di positività su un volo di 233 persone è un dato preoccupante. Inoltre, nelle prossime ore è atteso un altro volo dall’India a Fiumicino.

Intanto, né viaggiatori né parenti sapevano della quarantena che dovevano fare coloro che erano atterrati nella Capitale. La notizia è stata accolta con molto sgomento e fastidio da parte dei viaggiatori che si sono trovati obbligati a fare la quarantena alla Cecchignola, molti non sapendo nemmeno dove si trovasse. Fortunatamente non ci sono stati disordini ma molta sorpresa e delusione per i passeggeri arrivati da Nuova Dehli a Roma. Ma la nuova ordinanza prevede un cordone sanitario e l’ isolamento di dieci giorni allo Sheraton e alla Cecchignola. La Protezione civile e l’ Esercito hanno gestito la situazione, nonostante tutto.

I passeggeri non sapevano della quarantena

LEGGI ANCHE: India piegata dal Covid, USA invitano i cittadini americani a lasciare il Paese

I passeggeri non sapevano quello che avrebbero dovuto affrontare prima di “mettere piede” a Roma. Hanno appreso all’ultimo momento, solo una volta giunti a terra, di dover fare la quarantena. Su 223 tamponi 23 sono risultati positivi (compresi due componenti dell’equipaggio) anche se resta da attendere l’esito dei test molecolari. In attesa restano anche i datori di lavoro dei braccianti agricoli, presenti in buon numero su quel volo: per 10 giorni dovranno continuare a fare meno dei dipendenti.

LEGGI ANCHE: Accoltella la compagna lasciandola in fin di vita a Ladispoli. Arrestato l’aggressore

L’assessore alla sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato ha comunicato che “Ieri sera alle 21.15 è atterrato all’Aeroporto di Fiumicino il volo proveniente dall’India con a bordo 213 passeggeri e 10 componenti dell’equipaggio. Alle ore 22 sono iniziate le operazioni delle Uscar che sono andate avanti fino a tarda notte. In 23 sono risultati positivi ai tamponi (percentuale positivi a bordo 9%). Sono risultati positivi anche due componenti dell’equipaggio. Siamo ora in attesa dei risultati del sequenziamento per la ricerca delle varianti da parte dell’Istituto Spallanzani. Tutte le persone risultate positive e i contatti stretti dei positivi sono stati inviati in un Covid Hotel per l’isolamento. Voglio ringraziare i nostri operatori, le Uscar guidate da Pierluigi Bartoletti e Stefano Marongiu, Adr, la Protezione civile e le Forze dell’ordine per il grande lavoro svolto”.