Papà ruba offerte in Chiesa, il parroco lo aiuta a trovare lavoro

Identificato il “ladro” delle offerte in Chiesa: si tratta di un papà 23enne disoccupato che, grazie all’aiuto del parroco, è riuscito a trovare un lavoro.

Sarebbe stata la necessità di mantenere la sua famiglia a spingere un giovane padre 23enne a rubare le offerte in Chiesa. Il giovane ragazzo ha messo a segno ben 14 furti negli ultimi mesi ed è stato per questo motivo arrestato.

I furti

L’arresto è avvenuto dopo i 14 furti avvenuti in tre Chiese diverse. I Carabinieri, dopo aver visionato le registrazioni delle videocamere di sorveglianza, si sono presto accorti che protagonista dei furti era la stessa persona. E hanno potuto con facilità risalire alla sua identità. Il 23enne, padre disoccupato, è stato bloccato all’uscita di una Chiesa con 1o0 euro e l’attrezzatura che utilizzava per rubare i soldi lasciati dai fedeli nelle apposite cassette. Il ragazzo aveva rubato soldi nelle cassette delle offerte all’interno del Santuario della Madonna dell’Angelo, nel Duomo e nella Chiesetta di Santo Stefano. E sarebbe riuscito ad accumulare una migliaia di euro.

LEGGI ANCHE: Aggredito al distributore spruzza benzina sui rapinatori: Legittima difesa o ha esagerato? [VIDEO]

L’aiuto

Dopo aver ascoltato le sue motivazioni, il parroco Don Danilo Barlese, i Carabinieri supportati dal Comune di Caorle e dai servizi sociali, hanno aiutato il giovane padre di famiglia a trovare lavoro. Il 23enne, oggi, lavora come cameriere in un ristorante del centro storico di Caorle (Venezia).