Che tempo che fa, la decisione della Rai su Fabio Fazio: cosa accadrà

Lavori in corso per il nuovo palinsesto Rai, che non rinuncia allo storico programma Che tempo che fa condotto da Fabio Fazio.

Sul piccolo schermo c’è aria di novità: nelle prossime settimane la Rai organizzerà l’evento di presentazione dei palinsesti 2021-2022. Non è ancora chiaro se le modalità saranno simili a quelle dello scorso anno, con restrizioni e collegamenti in streaming, oppure se si tornerà in presenza. Tra le varie indiscrezioni che iniziano ad emergere, una in particolare è stata accolta con grande favore dal pubblico: quella della conferma di Fabio Fazio sul terzo canale.

Il contratto di Fabio Fazio con Rai

Le prime notizie ufficiose tranquillizzano gli affezionati di Che tempo che fa: il programma della domenica sera di Rai 3 dovrebbe essere confermato anche per la prossima stagione televisiva. Di conseguenza, clima positivo anche per il conduttore Fabio Fazio, che quindi resterebbe in Rai. Il contratto del presentatore ligure infatti era in scadenza con questa stagione televisiva. Facendo un passo indietro, si ricorderà che Fazio siglò con casa Rai quattro anni di contratto: i primi due trascorsi su Rai1, il terzo su Rai2 ed il quarto su Rai 3, in una sorta di ritorno alle origini, da dove partì Che tempo che fa ormai quasi vent’anni fa.

LEGGI ANCHE: David di Donatello, premiata Sophia Loren: “Senza cinema non vivo, forse sarà il mio ultimo film”

Fabio Fazio sì, ma a delle condizioni

Aria di conferma quindi per Fabio Fazio, ma a delle condizioni. Innanzitutto il rinnovo riguarda un anno, e poi il conduttore è dovuto scendere a compromessi. pare, infatti, che abbia dovuto cedere, per le regole che vigono nella tv pubblica, le quote della società Officina di cui era detentore del 50% del pacchetto azionario, mentre l’altro 50% era di Banijay. La trattativa, comunque, non è ancora chiusa. Anzi, resta tutto nelle mani dello storico agente di Fabio Fazio: Beppe Caschetto. 

Il successo di Che tempo che fa

Fabio Fazio e Luciana Littizzetto – Foto fornita da Stefania M. D’Alessandro/ Credits: Getty Images

In ogni caso, erano pochi i dubbi in merito alla conferma di Fabio Fazio. Con l’ultima puntata della stagione 2020 Che tempo che fa ha chiuso con un ascolto medio di oltre 2,3 milioni spettatori (2.330.000 ) e il 9% di share (8,86%), superando di 2 punti di share la media d’ascolto di Rai2 della domenica della scorsa stagione, nello stesso slot orario. (+1,9%). Anzi, oltre a confermarsi come terzo programma più visto della domenica sera, ha anche raggiunto importanti livelli di crescita nelle fasce di età, nei livelli di istruzione e nelle categorie socio-economiche. 

Prospettive future 

Non avrebbe avuto senso per il direttore di Rai 3 Franco Di Mare perdere un programma molto amato come quello diretto da Fabio Fazio, che quindi resta in Rai ma senza smettere di guardare al futuro. Come dichiarato dallo stesso conduttore, infatti, nei progetti rimane ancora l’idea di una trasmissione sulla televisione: un programma in prima serata la cui realizzazione vedrà la luce probabilmente nel 2022 e su cui Fazio stesso e la sua squadra inizierà a lavorare appena lo riterranno opportuno.

LEGGI ANCHE: Giletti sulla Rai: “Forme di vassallaggio”, ma non esclude il ritorno

Quando torna Che tempo che fa

In ogni caso, nessun dubbio al momento sul ritorno di Che tempo che fa su Rai3 a partire dal prossimo mese di settembre nella medesima collocazione della domenica sera per la gioia di tutti i telespettatori.