Mandata via da casa perché lesbica, concluse indagini sui genitori

Dalle indagini emergono i reati ipotizzati, ossia molestie, esercizio arbitrario proprie ragioni e violenza privata

Malika Chalhy-Meteoweek.com

L’avevano mandata via di casa perché lesbica. Dopo una serie di indagini portate avanti dalla procura di Firenze, i genitori di Malika Chalhy hanno ricevuto una notifica con i reati ipotizzati a loro carico: molestie, esercizio arbitrario delle proprie ragioni e violenza privata.

Malika Chalhy, 22 anni di Castelfiorentino (Firenze), sarebbe stata mandata via da casa dopo aver detto ai suoi genitori di essere omosessuale.

Leggi anche:—>Immunologo Abrignani:«Vaccini evitano forme gravi, non c’è alternativa»

L’inchiesta è guidata dal pm Giovanni Solinas. Il fascicolo è stato aperto dopo la denuncia della ragazza che in questi giorni è stata molto criticata sui social perché avrebbe acquistato dei beni, tra cui una Mercedes, con i soldi della raccolta fondi organizzata in suo favore.