Vite al limite: la tragica storia di Kelly Mason morta durante le registrazioni

Vite al limite è uno dei programmi più seguiti di Real Time, veritiero ma a volte crudele racconta storie non sempre condivisibili di persone molto obese in cerca di una rivalsa e di una rinascita, determinate a riprendere in mano la gestione della loro vita sperando in quella svolta difficile da raggiungere che darebbe un senso alla loro esistenza. La clinica del dottor Nowzaradan è ormai divenuta in tutto il mondo un luogo cult, un posto dove la rinascita è possibile grazie all’aiuto di un team di professionisti che vanno da esperti d’alimentazione, fitness ma anche psicologi e sociologi. Il peso eccessivo è non solo pericoloso,  ma anche limitante e questo il noto medico non manca mai di ripeterlo.

Kelly-Mason meteoweek

Vite al Limite, Kelly Mason morta: i motivi

Molti  i protagonisti di Vite al Limite che hanno raggiunto risultati sorprendenti tornando a vivere in modo normale e riconquistando un rapporto con il cibo equilibrato e consono ad un’alimentazione salutare e sana. Purtroppo non tutti possono vantare d’aver superato i propri limiti, alcuni hanno abbandonato prima della fine del percorso mentre altri, come Kelly Mason, donna di 41 anni, hanno perso la vita nonostante la scelta di dimagrire. Kelly si è rivolta al famoso format  dopo aver raggiunto il peso di 329 chilogrammi, un peso critico ma soprattutto pericoloso per la vita dell’interessata che finalmente era giunta a capire che la sua esistenza andava cambiata radicalmente.

Originaria del Greensboro in North Carolina Kelly ha chiesto l’aiuto del dottor Nowzaradan quando ha compreso che non poteva più andare avanti in quel modo, rischiava la salute e questo la preoccupava molto. 330 chili che Kelly non voleva più trascinare e una volta arrivata nella clinica si è impegnata a tal punto che nel giro di meno di un anno ha K perso 155 chili, arrivando a pesare 174. Un successo straordinario condiviso con lo staff del programma che ha esultato per i risultati raggiunti con determinazione dalla donna e senza troppi momenti no. La Mason ha continuato per la sua strada certa d’aver intrapreso il percorso giusto, poi verso la fine del suo trattamento è stata colpita da un attacco di cuore, impossibile soccorrerla la donna è deceduta.

Kelly Mason Meteoweek

LEGGI ANCHE ->Cristina di Vite al limite: dal dottor Nowzaradan alle passerelle, oggi modella FOTO

Vite al Limite, tutti i successi del programma

Nonostante la sopraggiunta morte di Kelly Mason che ha lasciato tutti interdetti soprattutto i fans del programma che la sostenevano nel suo percorso di dimagrimento Vite al limite racconta anche dei tanti successi raggiunti in questi anni. I pazienti del dottor Nowzaradan in questi anni sono stati tanti e in molti sono riusciti a tornare alla loro normalità perdendo i tanti chili in eccesso.

LEGGI ANCHE ->Vite al limite, tutti i pazienti morti del dottor Nowzaradan

Angie J è tra le ex protagoniste del programma, giunta alla clinica con più di 300 chili è oggi una donna diversa, ha raggiunto una stabilità emotiva e ha conquistato un equilibrio alimentare determinante per non ricadere in errori che potrebbero rifarla cadere nel baratro dell’obesità.