Amadeus è daltonico? Ecco alcune curiosità sul presentatore che non immaginereste mai

Ci sono personaggi che non hanno bisogno di presentazioni. Questo è proprio il caso di Amadeus, conduttore molto amato dal pubblico italiano, sia per il suo programma di punta, il game show Soliti Ignoti, sia per l’enorme successo ricevuto con la presentazione del Festival di Sanremo negli anni 2020 e 2021. Ma non è tutto. Dopo gli esordi a Radio Deejay negli anni ottanta, grazie a Claudio Cecchetto, la carriera di Amadeus spicca subito il volo. L’artista inizia così il suo percorso nel mondo dello spettacolo conducendo numerosi programmi di successo: Festivalbar; Buona DomenicaL’eredità (durante il quale ha conosciuto Giovanna Civitillo, sua attuale moglie) e molti altri. Esistono sicuramente delle piccole curiosità su Amadeus che non tutti conoscono. Io sono qui, oggi, per svelarvene alcune.

Leggi anche—>Luciano Punzo età, studi, lavoro, ex fidanzata: tutto sul tentatore di Temptation Island

Leggi anche—>Belen Rodriguez malore, cosa ha avuto: “Non riusciva a camminare, ha lasciato Tu si que vales sulla carrozzina”

Perché Amadeus veste sempre di bianco o di blu?

I telespettatori più attenti, guardando Amadeus sul piccolo schermo, avranno sicuramente notato un dettaglio sempre presente negli outfit del presentatore. Di cosa sto parlando? Dei colori ricorrenti che il conduttore è solito indossare: blu e bianco. Amedeo Sebastiani (vero nome di Amadeus), infatti, ha più volte ammesso di avere difficoltà nel distinguere alcuni colori. La scelta di prediligerne solo alcuni, quindi, non è dettata da un semplice gusto personale, bensì da una lieve forma di daltonismo.

Altra piccola curiosità su Amadeus riguarda il nome del figlio, il piccolo Josè Alberto. Il conduttore non ha mai nascosto di avere una passione innata per il calcio e, in particolare, per la squadra dell’Inter. Il primo nome del suo bambino, Josè, è proprio in onore dell’allenatore Mourinho. Che dire, invece, riguardo i sogni nel cassetto di Amedeo? Possiamo tranquillamente affermare che uno dei suoi desideri è riuscito a esaudirlo. Il conduttore, infatti, come spesso ha confessato, a livello professionale ha sempre avuto tre grandi obiettivi: recitare in un film, presentare una puntata del TG1 e condurre il Festival di Sanremo.