Billy Costacurta sotto shock: muore la mamma in un incidente d’auto

Alessandro Costacurta, meglio conosciuto dai tifosi con il soprannome “Billy”, nella giornata di oggi è stato raggiunto da una notizia che l’ha sconvolto. Questa mattina in provincia di Varese, alle 9.30 circa, la mamma di Alessandro, un’anziana signora di 87 anni, è morta a causa di un incidente stradale. Nelle prossime ore, ovviamente, verranno fatti tutti gli accertamenti per ricostruire le dinamiche dell’accaduto. Da quello che già sappiamo, però, a provocare l’impatto sarebbe stato un malore avvertito dalla donna mentre era alla guida, la quale avrebbe perso il controllo dell’auto, finendo contro una cancellata. Era Margherita Beccegato il nome della mamma di Billy; per lei, purtroppo, non c’è stato niente da fare: la donna è morta subito dopo l’impatto. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti con estrema celerità il 118, i vigili del fuoco, i carabinieri e la polizia locale.

Leggi anche—>Cecilia Rodriguez ha ceduto al ritocchino? Il prima e il dopo della sorella di Belen

Leggi anche—>Elisabetta Canalis torna in tv con un programma tutto suo: ecco dove e quando

Il dramma di Billy

Questa mattina, dopo l’accaduto, Alessandro e il resto della famiglia di Margherita sono stati immediatamente avvisati dalle forze dell’ordine. Sono stati travolti da questa terribile notizia anche la moglie di Costacurta, l’attrice Martina Colombari, e il figlio Achille. Sia il Monza sia il Milan – squadre nella quale il difensore ha giocato per molti anni – hanno reso pubblica una nota nella quale esprimono vicinanza al loro amico e collega. Billy, grazie alla sua carriera nel mondo del calcio, è entrato nel cuore di tifosi e non. Il campione ha portato con orgoglio anche la maglia della nazionale italiana in diversi campionati europei. L’addio al campo da calcio è avvenuto nel 2007, a 41 anni, in una partita contro l’Udinese: aver segnato su calcio di rigore nella sua ultima partita ha fatto di lui il marcatore più anziano della serie A. La morte della mamma è la notizia più temuta da tutti i figli del mondo. Noi tutti ci auguriamo che, dopo aver metabolizzato l’accaduto e aver trascorso del tempo con la sua famiglia, Alessandro possa presto tornare a sorridere e a portare avanti la sua carriera di dirigente e allenatore calcistico.