L’autovelox non è segnalato? La multa non è valida: lo dice la Cassazione

La Cassazione ha stabilito che le multe sono illegittime se l’autovelox è posizionato sull’auto dei Vigili e non è opportunamente segnalato.

Se l’autovelox mobile non è opportunamente segnalato, la multa per eccesso di velocità è illegittima. A stabilirlo è la Cassazione dopo aver rigettato un ricorso del Comune di Feltre accogliendo, quindi, l’opposizione di un automobilista multato perché viaggiava ad una velocità di 85 km/h in un tratto di strada in cui la velocità consentita era pari a 70 km/h.

Il caso

In questo caso, il controllo era avvenuto mediante uno «Scout Speed» posizionato in una auto dei Vigili Urbani. Sia il tribunale sia il Giudice di pace hanno ritenuto non valida questa multa. Il Comune di Feltre, quindi, ha fatto ricorso in Cassazione che, però, ha confermato le precedenti decisioni.

LEGGI ANCHE: Perdono l’orientamento sul Monte Giovo: escursionisti ritrovati e salvati

La Corte ha fatto notare che nel Decreto Ministeriale del 2007 si stabilisce che: «In attuazione del generale obbligo di preventiva e ben visibile segnalazione, contempla la possibilità di installare sulle autovetture dotate del dispositivo “Scout Speed” messaggi luminosi contenenti l’iscrizione “controllo di velocità” o “rilevamento della velocità” visibili». La Cassazione conclude che le diverse modalità di impiego dipendono anche alle «caratteristiche della postazione, fissa o mobile, sicché non può dedursi alcuna interferenza negativa che possa giustificare l’esonero dall’obbligo della preventiva segnalazione» tenendo conto delle caratteristiche tecniche degli strumenti utilizzati nella postazione di controllo.