Telescopio James Webb, lanciato nello spazio l’erede di Hubble

Ascolta l'audio-articolo

Il telescopio James Webb è una meraviglia che viaggia nel tempo, capace di scrutare indietro fino a un pelo dagli albori dell’universo.

Telescopio James Webb, lanciato nello spazio l'erede di Hubble 25.12.21 1280p - meteoweek.com

Sarà il più grande e potente osservatorio astronomico che abbia mai lasciato il pianeta, elaborato nel suo design e ambizioso nella sua portata. Con un budget da 10 miliardi di dollari, è stato il più costoso e anche il più difficile, di gran lunga, da realizzare.

Il James Webb Space Telescope cercherà la debole, scintillante luce delle prime stelle e galassie, fornendo uno sguardo nella creazione cosmica. I suoi occhi a infrarossi fisseranno anche i buchi neri e andranno a caccia di mondi alieni, setacciando le atmosfere dei pianeti.

“Ecco perché vale la pena rischiare. Ecco perché vale la pena di affrontare l’agonia e le notti insonni”. Queste le parole del capo della missione scientifica della NASA Thomas Zurbuchen. L’amministratore della NASA Bill Nelson ha detto di essere più nervoso ora di quando ha lanciato lo space shuttle Columbia nel 1986. Il decollo è avvenuto dalla costa della Guyana francese in Sud America; era stato fissato per venerdì, ma è stato rimandato a causa del vento forte.

Il telescopio Webb è così grande che ha dovuto essere piegato in stile origami per entrare nel cono anteriore del razzo europeo Ariane. Il suo specchio che raccoglie la luce è grande come diversi posti auto e il suo parasole come un campo da tennis. Tutto deve essere dispiegato una volta che il veicolo spaziale sta accelerando verso il suo trespolo a 1,6 milioni di chilometri di distanza.

Telescopio James Webb, erede ambizioso di Hubble

Telescopio James Webb, erede ambizioso di Hubble 25.12.21 740p - meteoweek.com

Chiamato come l’uomo che ha guidato la NASA durante gli anni ’60, il James Webb Space Telescope di 7 tonnellate è 100 volte più potente di Hubble.

Il 31enne Hubble – sempre più scricchiolante ma che continua a sfornare scatti glamour celestiali – si concentra sulla luce visibile e ultravioletta. Come un telescopio a infrarossi o che rileva il calore, Webb vedrà cose che Hubble non può, fornendo “una prospettiva completamente nuova sull’universo”.

Webb tenterà di guardare indietro nel tempo di 13,7 miliardi di anni, appena 100 milioni di anni dopo il Big Bang che ha formato l’universo. Gli scienziati sono ansiosi di vedere quanto queste galassie iniziali assomigliano alla nostra moderna Via Lattea. Per superare Hubble, Webb richiede uno specchio considerevolmente più grande che si estende per 6,5 metri.

Cosa accadrà ora?

La parte più scoraggiante della missione: dispiegare lo specchio e il parasole di Webb dopo il lancio, e bloccarli in posizione perfetta. Lo specchio placcato in oro è composto da 18 segmenti azionati da motori, ognuno dei quali deve essere meticolosamente allineato in modo da poter mettere a fuoco come un tutt’uno. La NASA non ha mai tentato una serie così complicata di passaggi a distanza. Molti dei meccanismi non hanno un backup, quindi il fallimento di una qualsiasi delle 344 parti potrebbe far fallire la missione.

Leggi anche: Migranti naufragati in Grecia, aumenta a 30 il numero di migranti morti

Webb impiegherà un mese intero per raggiungere il punto di “parcheggio” previsto, quattro volte oltre la luna. Da questa posizione a gravità bilanciata e a basso consumo di carburante, il telescopio terrà il passo con la Terra mentre orbita intorno al sole.

Leggi anche: Omicidio di Natale, ucciso 38 enne per una lite sull’acquisto di droga

Ci vorranno altri cinque mesi per il raffreddamento e il controllo degli strumenti infrarossi di Webb prima che possa entrare in funzione entro la fine di giugno prossimo. Sono previsti almeno da cinque a dieci anni di osservazione.