Caso Djokovic, ancora guai: contagiato il 16 ma il 17 andava in giro

Ascolta l'audio-articolo

Novak Djokovic ha affermato di essersi contagiato il 16 dicembre ma è emersa una foto del 17 dicembre in cui era ad una cerimonia.

Caso Djokovic, ancora guai contagiato il 16 ma il 17 andava in giro 08.01.22 1280p - meteoweek.com

Nel ricostruire le ragioni per cui ha ottenuto l’esenzione dal vaccino, gli avvocati hanno dichiarato che lo sportivo era positivo al Covid il 16 dicembre. Il problema sorto è che ci sono foto del campione serbo ad una cerimonia pubblica il giorno dopo il test in cui risultava positivo. Il 17 dicembre, infatti, Djokovic ha partecipato ad una cerimonia a Belgrado, senza mascherina e vicino a molte persone e bambini.

Caso Djokovic, le foto social incriminanti

Caso Djokovic, le foto social incriminanti 08.01.22 740p - meteoweek.com

Era possibile trovare sulla pagina Facebook della federazione serba un post con le foto incriminanti. Si legge che “il miglior tennista del pianeta” e “detentore di 20 titoli del Grande Slam” ha dato coppe e diplomi ai giovani giocatori vincitori.

Leggi anche: Aggressioni Piazza Duomo, la vittima: “Sono ancora sotto choc, non riesco a dormire”

Infatti, per ragioni sanitarie legate al Covid, hanno partecipato alla cerimonia del centro di tennis Novak solo i bambini che hanno ricevuto premi. Le foto presenti nel post ritraevano lui e molti bambini senza mascherina.

Leggi anche: Prove da sindaco per Claudio Cecchetto che dopo i manifesti lancia un sondaggio

Il tennista serbo ha preso parte anche ad un altro evento pubblico il 16, cioè il giorno del test in cui è risultato positivo. In quella circostanza l’ufficio postale serbo stava presentando un francobollo dedicato a lui. Anche in questo caso lo sportivo ha pubblicato la foto sui social network (instagram).