Treno merci esce dai binari e sfonda la barriera di fine corsa

Ascolta l'audio-articolo

Il treno merci da 13 vagoni in manovra è uscito dai binari nella stazione di Seregno, in Brianza, e si è fermato solo 200 metri dopo.

È uscito fuori dai binari, proprio alla fine della corsa, sfondando la barriera e proseguendo per altri 200 metri. L’incidente del treno merci è avvenuto nel primo pomeriggio di lunedì 28 febbraio, intorno alle 14, nella stazione di Seregno, un comune italiano di meno di 45 mila abitanti della provincia di Monza e Brianza, situato nella bassa Brianza.

Il mezzo, composto da 13 vagoni, trasportava materiale ferroso. A bordo si trovavano macchinista e manovratore che, sotto choc dopo l’avvenuto, sono stati soccorsi subito. Fortunatamente, ne sono usciti praticamente illesi. Uno dei due, 36 anni, è stato soccorso sul posto per un codice giallo senza il bisogno di essere trasferito in una struttura ospedaliera. L’altro non ha avuto bisogno di cure.

Cos’è successo al treno merci nella stazione di Seregno

Il convoglio stava effettuando la manovra di fine corsa sul binario di servizio quando ha deragliato leggermente, uscendo dal tracciato con conseguenze disastrose. Ha sfondato la barriera posta al termine dei binario e si è fermato solo 200 metri dopo. Sul posto sono subito intervenuti gli operatori del 118 e i Carabinieri. Gli agenti sono arrivati insieme ai soccorritori dell’Agenzia regionale per il soccorso e la polizia locale. Presenti in stazione dopo l’incidente anche gli agenti di polizia ferroviaria, che hanno il compito di eseguire tutti gli accertamenti del caso.

Leggi anche: Ucraina, Putin: allertare sistema difesa nucleare, Stoltenberg (Nato): “Situazione grave”

Le conseguenze dell’incidente

Oltre ai danni al treno merci, ai binari e alla stazione, l’incidente di Seregno ha provocato anche alcune ripercussioni sul traffico ferroviario. Dopo il deragliamento del convoglio, la Rete ferroviaria italiana (Rfi) ha comunicato agli utenti che a partire dalle ore 15:30 sulla linea Milano-Chiasso ci sarebbero stati rallentamenti fino a 60 minuti, con il traffico ferroviario in graduale ripresa nel corso della giornata.

Leggi anche: Crisi Ucraina, Ue: armi a Kiev, sanzioni a Minsk

I treni della relazione S9 Seregno-Saronno sono stati attestati nelle stazioni di Milano Greco Pirelli e Milano Lambrate, nel frattempo è stato anche attivato un servizio sostitutivo con autobus tra Milano e Saronno. Fino a quando il danno non verrà risolto, Rfi provvederà alla riprogrammazione dell’offerta ferroviaria, con cancellazioni di viaggi e limitazioni di percorso.