Vita stroncata a soli 25 anni: malore improvviso non lascia scampo a Giacomo Gorenszach

Malore improvviso, scompare a soli 25 anni il giovane Giacomo Gorenszach. Inutile la disperata corsa in ospedale, si è spento tragicamente il giovane calciatore della Serenissima.

Arrivano oggi gli ultimi aggiornamenti in merito al caso di Marco Ferrazzano, il 28enne trovato senza vita lungo i binari della tratta Bari-Foggia. I fatti risalgono al 22 gennaio 2021, e tra le ipotesi gli investigatori stanno valutando quella del suicidio. Secondo gli ultimi sviluppi, infatti, pare che il giovane possa essere stato istigato a togliersi la vita, gettandosi sotto un treno in corsa perché vittima di bullismo e cyberbullismo da parte di un gruppo di ragazzi.

malore improvviso non lascia scampo a Giacomo Gorenszach - meteoweek 20220604
malore improvviso non lascia scampo a Giacomo Gorenszach (foto via Giornale di Udine) – meteoweek.com

Oggi, tuttavia, si apprende un’altra tragica notizia. Un altro giovane si è spento, per cause questa volta naturali, appena un paio di giorni fa. Si tratta di Giacomo Gorenszach, morto a soli 25 anni a causa di un malore improvviso. Il ragazzo era una giovane promessa della squadra di calcio di Pradamano, la Serenissima.

“Gogo continua a giocare nei campi del Paradiso”

Giacomo Gorenszach si è spento il 2 giugno giugno scorso, a soli 25 anni, per colpa di un malore improvviso che lo ha raggiunto. Il giovane era nato il 24 ottobre del 1996, ed era originario di Azzida, frazione di San Pietro al Natisone (Udine). Era ormai da qualche tempo, però, che insieme alla sua ragazza si era stabilito a Bolzano di San Giovanni al Natisone.

La notizia, riportata inizialmente dai quotidiani locali, ha gettato un grandissimo dolore nel Friuli. A nulla sono serviti i tentativi di soccorso, di rianimazione, di salvargli la vita. Inutile anche la tempestiva corsa in ospedale. Il personale medico sanitario, intervenuto prontamente davanti a quell’inaspettata urgenza, non è riuscito a strapparlo dalla morte.

Le fonti non riportano nei dettagli le dinamiche e le effettive cause del malore che ha stroncato Giacomo. Si apprende, però, che il giovane lavorava come dipendente in un’azienda operante nel settore tecnico, ed era membro della squadra di calcio della Serenissima. Il ragazzo lascia sola la sua fidanzata, la sua famiglia, i suoi amici, i suoi affetti tutti. E le persone che lo conoscevano ancora non riescono a capacitarsi di una simile circostanza. “Gogo continua a giocare nei campi del Paradiso, la Serenissima sarà sempre la tua prima tifosa”, lo ricorda la sua società sportiva. Grandissima, infatti, era la passione che il 25enne nutriva per il calcio.