Bimba rapita da incappucciati: notte in caserma per i genitori della piccola

Ancora non si sa nulla della bimba di quasi cinque anni rapita ieri pomeriggio da tre uomini incappucciati.

La madre della bambina ha raccontato in caserma la dinamica del rapimento. Ancora oscuro il movente.

Ascoltati stanotte in caserma i genitori di Elena Del Pozzo, la piccola di quattro anni rapita ieri pomeriggio da tre uomini incappucciati mentre si trovava con la madre a Tremestieri, nel Catanese. Oltre ai genitori sono stati ascoltati i familiari della bimba e alcuni amici di famiglia. Finora non c’è traccia della bambina.

A lanciare l’allarme per la sua scomparsa è stata la mamma che nel pomeriggio di ieri ha denunciato il rapimento della figlia presso la tenenza di Mascalucia. La donna ha raccontato che era appena uscita dall’asilo con la figlia quando tre uomini incappucciati, uno dei quali armato, hanno rapito e portato via la bambina. Ieri in serata il Procuratore di Catania Carmelo Zuccaro ha escluso per il momento il rapimento a scopo di riscatto. Ancora nel mistero cosa ci sia dietro il rapimento della piccola.

L’appello di Piera Maggio

Un appello alla liberazione della piccola è arrivato da Piera Maggio, la mamma di Denise Pipitone, la bimba scomparsa nel nulla quando non aveva nemmeno quattro anni il primo settembre del 2004 a Mazara del Vallo.Liberate Elena. Non fategli del male, lasciatela in qualche posto, anche vicino una chiesa in modo che la sua famiglia possa riabbracciarla! I bambini non si toccano! Tornate indietro sui vostri passi, prima che sia troppo tardi. Abbiate un minimo di pietà per questa bambina“.