Netflix | le migliori serie tv crime da recuperare in streaming

Cercate qualche serie da vedere in questi giorni in cui siete costretti a casa dall’emergenza Coronavirus? Ecco alcuni consigli per voi.

Ecco quali sono le migliori serie tv di genere crime/poliziesco disponibili sulla piattaforma di streaming Netflix.

River

River è una serie tv creata e scritta da Abi Morgan con protagonista Stellan Skarsgård, eclettico e versatile attore svedese che in questo caso ricopre il ruolo di un brillante investigatore la cui mente è però costantemente divisa. Si tratta di una serie inglese ben scritta, che fa della propria essenzialità (sia in termini di scrittura, che di regia) il suo punto di forza. I casi che il protagonista si trova ad affrontare sono tutti interessanti e piuttosto singolari (soprattutto se si considera che il co-protagonista della serie è una donna morta). River è uno show crime dai risvolti paranormali che però si guarda bene dal cadere nella fantascienza di Supernatural e mantiene sempre il suo rigore da poliziesco asciutto e serio.

Leggi qui -> #stopcovid19 | perchè vedere Suspiria di Dario Argento su Netflix

La Mante

La Mante è un thriller francese diretto da Alexandre Laurent. Una serie televisiva di ottima fattura che mescola la dimensione psicologico-criminale delle serie tv americane come Manhunt o Mindhunter con lo stile visivo molto “naturalistico” di show europei come Dark o Suburra. La forza di questa serie risiede nella sua protagonista. Carole Bouquet interpreta infatti Jeanne Deber, meglio nota come “The Mantis”, la famigerata serial killer che aveva fatto tremare la Francia venticinque anni prima degli eventi narrati nella serie. Lei accetta di aiutare i poliziotti a smascherare un suo emulatore, ma ad una condizione: vuole interagire con un solo agente, suo figlio, divenuto poliziotto proprio per “rimediare” ai crimini perpetrati dalla madre.

Happy

Happy è sicuramente il “poliziesco” più adrenalinico e demenziale che potete trovare su Netflix. L’assurdità della trama è uno dei suoi punti di forza insieme al simpatico animaletto volante che accompagna l’allucinato protagonista in un mondo nerissimo di violenza e sopraffazione. Nella serie tratta dall’omonimo fumetto scritto da Grant Morrison, un ex poliziotto si trasforma in un vigilante costantemente alticcio (o sotto effetto di stupefacenti) per tentare di salvare una bambina rapita. A fargli compagnia c’è un bizzarro partner: un unicorno che solo lui può vedere e sentire. Nonostante questo elemento apparentemente leggero e infantile, la serie non è consigliabile ai deboli di stomaco, ma solo a chi è abituato ai toni duri e violenti di certo cinema splatter. Se si accettano questi presupposti, sarà impossibile non divertirsi.

Leggi qui -> John Boyega | L’attore di Star Wars firma un contratto con Netflix

Seven Seconds

Seven Seconds è un thriller originale Netflix composto da 10 episodi. La trama prende il via da evento apparentemente banale nella sua drammaticità: in un giorno di neve, un uomo travolge con la sua auto un ragazzino in bicicletta. Da questo avvenimento, però, nascono ben tre filoni narrativi che seguono le indagini sull’incidente: quello del guidatore, che è anche un poliziotto della task force narcotici, e del suo tentativo di insabbiare il misfatto, quello della famiglia della vittima, che nasconde alcuni scheletri nell’armadio, ed infine quello dei detective incaricati di scoprire la verità dietro al caso. Un thriller potente e intenso che segna il ritorno sul piccolo schermo della creatrice di The Killing, Veerna Sud.