Copasir: aziende estere non mettano in difficoltà industria italiana

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:51

Il Comitato Parlamentare, ha chiesto al governo di fare il possibile per tutelare le grande aziende italiane. Queste infatti a causa delle difficoltà dovute al momento storico, potrebbe finire nel mirino delle grandi realtà finanziarie estere, pronte ad acquisirle in borsa a prezzi stracciati. 

Copasir aziende estere difficoltà industria italiana
(Photo credit should read ANDREAS SOLARO/AFP via Getty Images)

Il Comitato Parlamentare per la Sicurezza della Repubblica ha chiesto al governo di trovare al più presto una soluzione al fine di evitare che le imprese estere possano approfittare delle difficoltà dovute all’emergenza coronavirus. Queste infatti, potrebbero mettere in seria difficoltà l’industria italiana e il mondo finanziario. Secondo alcune voci, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, ha deciso di prendere in mano i dossier che riguardano la difesa strategica degli asset nazionali.

Lo scopo è quello di prevenire un qualsiasi tipo di scalata da parte delle aziende internazionali. In un’informativa alle Camere sul Decreto Cura Italia viene difatti reso noto che questi interventi saranno effettuati nel prossimo provvedimento economico che il governo si appresta a varare. Sembra che il decreto sia conosciuto con la denominazione di Aprile. Il quotidiano Il Giornale, aveva già anticipato la richiesta del Copasir al Presidente del Consiglio di fornire delle linee guida specifiche sul tema. Spetterà dunque all’esecutivo adesso presentare delle opzioni che tutelino gli interessi strategici della nazione. Al momento le aziende italiane che rischiano di più in tal senso sono Assicurazioni Generali, Leonardo, Eni ed Enel.

Queste realtà aziendali, come ha ribadito il Comitato Parlamentare, devono essere difese e tutelate con ogni mezzo giuridico possibile. Il rischio infatti è che possano essere acquisite gradualmente sul mercato borsistico a prezzi stracciati da imprese estere pronte ad approfittare della difficoltà del momento. 

Decreto “Aprile”: le prime indiscrezioni

Il monito lanciato dal Copasir al governo è dunque molto chiaro. Bisogna fare tutto il possibile affinché le aziende estere non approfittino della difficoltà del momento per acquisire le più importanti realtà industriali del paese.

Copasir aziende estere difficoltà industria italiana
(Photo credit should read MARTTI KAINULAINEN/AFP via Getty Images)

Intanto Roberto Gualtieri, Ministro dell’Economia, in un’audizione alle commissioni di Bilancio di camera e Senato ha fornito alcune informazioni su alcune misure che saranno contenute nel decreto legge che il governo si appresta a varare nel mese di Aprile. Anche il Parlamento è stato invitato a discutere sulle nuove misure da adottare. Sembra che in cima alla lista dei provvedimenti che il governo intende prendere, ci sia in primo luogo l’indennità di 600 euro per autonomi e partite Iva. Inoltre, Gualtieri ha anche riferito della possibilità di poter potenziare ulteriormente l’indennità per il mese di aprile.

Leggi anche: Conte stamattina in Senato: con Salvini e Renzi in disaccordo

Leggi anche: Farmaco salvavita introvabile: requisito da ospedali per emergenza coronavirus

Il Presidente del Consiglio Conte, ha invece anticipato al Parlamento che saranno 25, i miliardi che verrano impiegati nel prossimo decreto.