Coronavirus, creato in laboratorio? Il parere degli esperti | VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:10

Il Coronavirus sarebbe nato in laboratorio? La puntata di un servizio del TgR Leonardo del 2015 lo ha fatto pensare alcuni… Ma ecco il parere degli esperti.

Coronavirus, paziente 1 guarisce grazie a farmaci sperimentali
Coronavirus, gli esperti smentiscono complotto (GettyImages)

Nel web sta impazzando il video di una puntata di TgR Leonardo risalente al 2015, in cui si annunciava che alcuni studiosi cinesi avessero creato un coronavirus in laboratorio.

I ricercatori, per motivi di studio, avrebbero innestato la proteina superficiale (Shco14) di un coronavirus dei pipistrelli, su un virus che provoca la Sars (polmonite acuta) nei topi. Il virus ibrido risultante sarebbe stato in grado di colpire il sistema respiratorio umano, come aveva confermato l’esperimento. Alcuni pensano quindi che alla base di questa epidemia possa esserci stato un complotto di portata mondiale.

leggi anche un articolo precedente >> Uccisi dal virus dei pipistrelli: l’origine controversa del Coronavirus

Questo il video della puntata di TgR Leonardo del 16 novembre 2015:

leggi anche >> Il coronavirus era stato… predetto? Tra coincidenze e “profezie”

Cosa ne pensano gli esperti

C’è chi invece non è assolutamente d’accordo con la teoria complottista e a chi si chiede se il virus sia nato in laboratorio risponde così: “Assolutamente no. Il Covid-19 è un virus che deriva dal serbatoio selvatico. Non sappiamo ancora quante specie animali abbia colpito prima di arrivare all’uomo. Vorrei dire ai complottisti che il codice a barre, la sequenza, di quel virus di cui si parla nel TgrLeonardo, è parte integrante della pubblicazione”. Lo aveva riferito ieri al Tg1 delle 20.00 la virologa Ilaria Capua che dirige l’One Health Center of Excellence, all’Università della Florida.

“L’ultima scemenza è la derivazione del coronavirus da un esperimento di laboratorio. Tranquilli, è naturale al 100%, purtroppo”, dichiara anche il virologo Burioni su twitter commentando il caso della puntata di TgR Leonardo del 16 novembre 2015 su Rai 3.