Coronavirus | Gabriele Salvatores annuncia un film sulla quarantena in Italia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00

Gabriele Salvatores, dopo il fortunato progetto di Italy in a Day, chiede di nuovo tutti i cittadini di contribuire ad una nuova opera cinematografica collettiva che racconti questo difficile momento storico attraverso le storie degli italiani alle prese con l’emergenza Coronavirus.

Gabriele Salvatores, regista premio Oscar e già autore del documentario collettivo Italy in a Day, lancia un appello rivolto a chiunque vorrà inviare materiali inediti, girati restando rigorosamente in casa, che raccontino azioni ed emozioni di questi giorni difficili. Il film, che uscirà quando l’emergenza Coronavirus sarà finita, racconterà questo periodo attraverso le storie degli italiani.

Coronavirus | un film collettivo

Come si trascorre il tempo in casa? Cosa si vede dalle proprie finestre? Quali paure, riflessioni e pensieri accompagnano ognuno di noi? Sono queste le domande a cui il nuovo film di Gabriele Salvatores, attualmente intitolato Viaggio in Italia, cercherà di rispondere raccogliendo i contributi dei cittadini che vorranno partecipare al progetto condividendo i propri filmati. Una redazione composta da una rete di operatori e collaboratori su tutto il territorio nazionale si occuperà poi della ricerca e dell’archiviazione del materiale. Da un lato si cercherà e selezionerà il meglio di quello già disponibile online, pubblicato in questi giorni sui social, dall’altro si valuterà tutto quello che gli utenti spontaneamente recapiteranno loro.

Un grande quadro plurale

I materiali strano poi montati seguendo una cronologia prestabilita, cominciando a raccontare l’inizio dell’epidemia, quando ancora si guardava a quello che succedeva in Cina pensando che non ci riguardasse, fino ad arrivare a quello che stiamo vivendo oggi. L’obiettivo del progetto è quello di restituire un quadro plurale, composto da molte voci, dell’esperienza che stiamo vivendo, attraverso il linguaggio del cinema che, in qualche modo, con la diffusione di smartphone e videocamere, appartiene oggi a tutti noi. Tutte le attività, dalla ricerca, al montaggio, alle attività di post e di finalizzazione saranno realizzate e gestite completamente in smart working. I collaboratori che si occuperanno di selezionare e montare il materiale lavoreranno da casa, rispettando non solo le direttive del governo, ma anche provando a sperimentare una nuova modalità di lavoro. Un modo quindi non solo per coinvolgere i cittadini in una esperienza attiva, ma anche per dare un’opportunità di lavoro ai tanti professionisti del cinema oggi fermi. Il team di montatori sarà diretto da Massimo Fiocchi, storico collaboratore di Salvatores, e da Chiara Griziotti. 

Leggi anche -> Elio Germano | i ruoli migliori dell’attore protagonista della Berlinale

Una produzione Rai Cinema

Paolo Del Brocco, amministratore delegato di Rai Cinema, ha dichiarato: “Il servizio pubblico, anche nel settore cinematografico, vuole e deve essere presente in un momento in cui il nostro Paese ha bisogno di sentirsi coeso. Abbiamo scelto di affidarci allo sguardo e all’esperienza di un grande autore come Gabriele Salvatores, con il quale abbiamo già condiviso l’avventura del film collettivo Italy in a Day. Un giorno da italiani. Questo progetto rappresenterà anche l’occasione per dare un’opportunità di lavoro a tante persone, soprattutto giovani, che operano nel mondo del cinema, e sarà un modo per reagire concretamente e positivamente alla drammatica esperienza di questi giorni che resterà scolpita nella memoria di tutti noi”.