Coronavirus, Australia: sono più di 800 gli italiani che cercano di rientrare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:59

Sono più di 800 gli italiani che si trovano in Australia e stanno tentando di tornare nel nostro paese. La priorità in questo momento viene data ai minori non accompagnati, ai disabili e agli anziani che erano venuti a trascorrere le vacanze nel paese. 

Australia italiani
(Photo by Brendon Thorne/Getty Images)

Sta crescendo molto velocemente il numero di italiani che stanno provando a mettersi in contatto con le autorità diplomatiche italiane presenti in Australia per cercare di ritornare nel nostro paese. I giornali editi in lingua italiana Il Globo di Melbourne e la Fiamma di Sydney, riferiscono al momento che si tratta di circa 800 persone, per lo più giovani. Anche se i quotidiani aggiungo che al momento è complicato avere un’idea della cifra effettiva. Sembra però che il lavoro dei consolati italiani stia risultando efficace, e molti nostri connazionali sono già riusciti a imbarcarsi su alcuni dei pochi voli disponibili versi l’Italia. Le autorità italiane, in collaborazione con la Qatar Airways, stanno dunque riuscendo effettivamente a far ritornare molti nostri concittadini nel nostro paese.

Coronavirus, Australia: priorità a minori non accompagnati, disabili e anziani

La priorità viene data a chi ha esigenze maggiori, come ad esempio i minori non accompagnati che si trovavano in Australia per studiare. O anche i cittadini affetti da disabilità, e le persone più anziane che si erano recate in Australia per trascorrere le vacanze. Una volta smaltiti i casi con maggiore priorità, le ambasciate italiane si occuperanno anche dei restanti casi.

Australia italiani
Photo by Brendon Thorne/Getty Images)

Sembra però che su questo fronte ci sia una buona notizia. Infatti la compagnia aerea del Qatar, sta consentendo il collegamento su Roma, Milano e Venezia, servendosi degli scali in Europa che risultano ancora aperti. Resta però il rischio che questi voli possano essere cancellati all’ultimo minuto. Con, oltretutto, l’incertezza di non poter ottenere nemmeno il rimborso dei biglietti. La speranza adesso, è che da Roma si decida di creare un apposito volo, in collaborazione con Alitalia. I presidenti dei Comitates presenti nei vari stati dell’Australia hanno infatti inoltrato all’Italia questa richiesta.

Leggi anche: Coronavirus. Cambiano le modalità per ricevere la pensione Inps

Leggi anche: Coronavirus. Tornano in Italia cittadini bloccati in Guatemala

Questi, hanno avuto una riunione nei giorni scorsi al quale era presente anche Francesco Giacobbe, senatore eletto nella circoscrizione estera australiana.