Martin Scorsese | il regista gira un corto in quarantena per la BBC

Martin Scorsese ha realizzato durante il periodo di quarantena nella sua casa di New York un cortometraggio che sarà trasmesso dalla BBC il prossimo 28 maggio.

Il cortometraggio di Martin Scorsese, realizzato nella sua casa di New York, uscirà sulla BBC il 28 maggio e costituirà l’ultimo episodio della serie Lockdown Culture with Mary Beard. Durante l’episodio ci sarà anche Lee Daniels, che spiegherà come l’attuale interruzione dei lavori a Hollywood possa rappresentare un’opportunità creativa radicale per i registi.

Martin Scorsese | cortometraggio in quarantena

Tutti stiamo attendendo con ansia nuove notizie su Killers of the Flower Moon, il nuovo film di Martin Scorsese che vedrà insieme Leonardo DiCaprio e Robert De Niro. Bisognerà però attendere ancora molto, dal momento che Scorsese si trova ancora in fase di trattativa con alcune case di produzioni per poter cominciare con la realizzazione del film. Potremo però ingannare l’attesa con il nuovo cortometraggio girato da Scorsese durante il periodo di quarantena nella sua casa di New York.

Leggi anche -> Martin Scorsese | di cosa tratterà il prossimo film con DiCaprio e De Niro?

Il lockdown di Scorsese

Sul periodo di lockdown che è stato costretto ad affrontare come tutti, Martin Scorsese ha spiegato: “In futuro voglio portare con me ciò che sono stato costretto a imparare in questa circostanza. L’essenziale, le persone che ami, prenderti cura di loro e starci insieme il più possibile”.

Lockdown Culture with Mary Beard

Mary Beard, ideatrice della trasmissione inglese, ha dichiarato: “Martin Scorsese ha realizzato uno splendido finale per la serie. Lo vediamo mentre è a casa e, attraverso film classici come Il Ladro di Alfred Hitchcock, pensa all’isolamento. Brillante è il modo in cui riesce a far vedere Hitchcock anche a noi con un occhio diverso, attraverso l’obiettivo della situazione attuale che stiamo vivendo. Per me è come ospitare una piccola premiere, ero al settimo cielo quando ha accettato di fare questo per noi”.