Gerry Calà, avete mai visto il figlio? Identico a lui da giovane

Tutti conoscono il padre, ma anche Johnny Calà si sta facendo strada nel mondo dello spettacolo: ecco cosa sappiamo di lui. 

Jerry Calà
Photo credits: Gareth Cattermole – Getty Images

Attore, regista, comico, cabarettista, sceneggiatore e cantante italiano: Jerry Calà, all’anagrafe Calogero Alessandro Augusto Calà, è uno dei volti più rappresentativi della commedia italiana degli anni ‘80. Vincitore del Premio del Gotha della Critica italiana come miglior attore al Festival internazionale del cinema di Berlino nel 1993, per la sua interpretazione in “Diario di un vizio”, la sua carriera è stata segnata da numerosi successi sia sul piccolo che sul grande schermo. Ma se la sua scalata nel mondo dello spettacolo è nota a tutti, sono in pochi a conoscere alcuni dettagli della sua vita privati. Ad esempio, sapevate che ha un figlio di nome Johnny?

Jerry Calà e Bettina Castioni

Partiamo dall’inizio, e cioè dalle relazioni sentimentali di Jerry Calà. Nel 1984 l’attore ha sposato la conduttrice televisiva Mara Venier, dalla quale si è poi separato tre anni dopo. Questo non gli ha però impedito di innamorarsi ancora: il 5 settembre 2002, infatti, si è  risposato con l’imprenditrice veronese Bettina Castioni. Proprio con lei, ha avuto Johnny.

Il figlio Johnny

Johnny Calà, che a settembre compirà 19 anni, pur giovanissimo sta già seguendo le orme del padre. Infatti, è apparso nei film “Vita Smeralda” del 2006, scritto, diretto e interpretato da Jerry Calà, e “Torno a vivere da solo” del 2008, sequel di “Vado a vivere da solo” di Marco Risi, e nel videoclip della canzone “Un’altra estate che va”, prodotto dalla The Best Organization e pubblicato il 6 luglio del 2018. Di lui si sa anche che è un tifoso del Chievo. 

Johnny Calà insieme al padre

Jerry Calà e il figlio Johnny

Sul suo profilo Instagram, Johnny Calà non perde occasione per condividere scatti insieme al padre e ad altri volti noti del mondo dello spettacolo come Carlo Verdone, Diego Abatantuono, Marco Giallini. Una realtà ordinaria per il padre Jerry, che già nel ‘77 aveva raggiunto un certo successo partecipando al programma Non stop diretto da Enzo Trapani insieme al gruppo “I Gatti di Vicolo Miracoli”.

Il successo di Jerry Calà

Nel 1980, poi, i “Gatti” debuttarono al cinema nella pellicola di Carlo Vanzina “Arrivano i gatti”, cui fece seguito l’anno successivo “Una vacanza bestiale”. Entrambi i film si rivelarono dei successi e la Dean Film, assieme ai fratelli Carlo ed Enrico Vanzina, offrì un contratto a Jerry Calà per ulteriori tre film da solista. Fu da lì che iniziò la sua carriera come attore, che lo ha visto protagonista di numerose e fortunate pellicole come “Al bar dello sport”, “Vacanze in America”, “Yuppies”.

LEGGI ANCHE: Mara Venier e Jerry Calà, dopo anni la verità: perché si sono lasciati

Un regista indie

Dopo una breve parentesi drammatica, Jerry Calà debuttò poi in regia. A proposito di quella scelta dichiarò: «Avevo preso un’altra strada, avevo deciso di non lavorare più per le grandi produzioni. Insomma, alla tenera età di quarantatré anni divenni ciò che certi musicisti fanno da giovani prima di essere scoperti dalle major discografiche. Divenni indie. Divenni indipendente. Un folle e sperimentale regista indie». Una strada che non ha abbandonato e che tuttora persegue insieme ad altre attività.