Ecobonus incentivi auto, riguarda anche l’usato: tutto quello che c’è da sapere

A partire dal 2 agosto, quando scatta l’ora 10.00 si possono prenotare sul sito del Ministero dello Sviluppo economico i bonus. Sono 350 milioni di euro in totale che sono stati stanziati come incentivi per la terza tornata. Sono stati messi a disposizione 60 milioni che andranno a finanziare questo extrabonus per le vetture ibride plug in ed elettriche che sono comprese tra 0 e 60 g/km di CO2.

Ecobonus incentivi auto – Meteoweek

Invece per quelle che appartengono alla seconda fascia, ossia da 61 a 135 km/g i fondi stanziati sono circa 200 milioni di euro. Sono stati poi anche messi a disposizione 50 milioni per le vetture commerciali e 40 milioni di euro invece per acquistare auto usate di categoria Euro 6, benzina o diesel. Quindi sono davvero buone le notizie per coloro che vogliono acquistare una vettura nell’anno 2021. Grazie proprio alla legge del decreto sostegni bis , la data del 31 dicembre 2021 è la proroga ultima per ricevere i contributi che sono stati previsti dalla legge Bilancio 2021, che servirà appunto ad acquistare delle vetture con ridotte emissioni.Ma di cosa si tratta ? Visto che questi incentivi sono basati sulle caratteristiche tecniche delle vetture che causano le emissioni CO2.

Vediamo nello specifico. Per le auto elettriche, nuove e non, è previsto un extra bonus.60 milioni di euro sono stati stanziati per i veicoli le cui emissioni sono comprese tra 0 e 60g/km di CO2, appartenenti alla prima fascia. In questo modo si potrà acquistare anche in leasing. Le vetture, con una cifra di listino che non supera i 50 mila euro se si tratta di vetture nuove e 25 mila invece se le vetture sono usate.Le auto sono sia elettriche che plug in con emissioni basse. Ma quali sono i modelli di auto elettrica? Per citarne alcune Pure Performance (33.300 euro). Tesla Model 3 (49.970 euro).Kia EV6 Rwd (prezzo di listino 49.500 euro). Volkswagen ID.3. Renault Zoe R110 Life (34.450 euro). Quali sono i contributi stanziati per le vetture che hanno emissioni da 61 a 135 g/km CO2?

La tabella da considerare

Ecobonus incentivi auto – Meteoweek

Per le vetture nuove 61-135g/km con rottamazione: 1500 euro di contributo Stato + 2.000 euro (+Iva) intermediario.
Per le vetture usate 61-90g/km con rottamazione : 1.000 euro per le auto usate con emissioni 91-160 g/km. Il contributo è di 750 euro con rottamazione.
Sono 200 milioni di euro i contributi messi a disposizione per acquistare anche in leasing vetture che hanno una emissione da 61 a 135 g/km CO2.Attenzione i fondi sono a esaurimento.La data da ricordare è il 31 dicembre 2021, si tratta del termine ultimo per usufruire di questi fondi, che si suppone in tre mesi saranno destinati a terminare nella fascia 61-135( questo almeno secondo la testata Quattroruote ). Come funziona l’incentivo per le auto elettriche che sono usate?Il contributo cambia a seconda dello stato della vettura,( nuovo o usato ) e riguarda quelle in fascia 0-60g/km

La tabella da dover considerare

Ecobonus incentivi auto – Meteoweek

1.500 euro Ecobonus Stato + 1.000 euro extrabonus Stato + 1000 euro (+Iva) intermediario per le vetture nuove 21-60 g/km senza rottamazione
4.000 euro Ecobonus Stato + 1.000 euro extrabonus Stato + 1000 euro (+Iva) intermediario per le vetture nuove 0-20 g/km senza rottamazione
2.500 euro Ecobonus Stato + 2.000 euro extrabonus Stato + 2000 euro (+Iva) intermediario per le vetture nuove 21-60 g/km con rottamazione
6.000 euro Ecobonus Stato + 2.000 euro extrabonus Stato + 2000 euro (+Iva) intermediario per le vetture nuove 0-20 g/km con rottamazione

LEGGI ANCHE: Gasparrini (DOMINA): “Dopo il Covid in aumento colf e badanti italiani” [VIDEO]

E’ necessario rottamare una vettura immatricolata prima del gennaio 2011, nel caso invece di chi acquista l’usato per accedere agli incentivi sulle auto di seconda mano. Il contributo statale sarà di 2000 euro, sempre con emissioni di CO2 tra 0-60 g/km e con rottamazione. Come si puo’ richiedere? Sarà possibile fare la richiesta per acquistare nuove vetture a basse emissioni fino a 135 g/km di CO2, con e senza rottamazione.Occorrerà un po’ più di tempo per gli incentivi alle auto usate, per le quali sono richieste alcune modifiche tecniche della piattaforma statale.le date da ricordare sono due per la richiesta degli incentivi:Il 2 agosto dalle 10 di mattina sarà possibile prenotarsi sulla piattaforma del ministero dello Sviluppo economico. Dal 5 agosto potranno essere richieste le agevolazioni per i veicoli commerciali e speciali.

LEGGI ANCHE: Istat: Codacons, vaccini e ritorno a normalità fanno crescere la fiducia

Qual è l’obiettivo degli ecoincentivi per le auto? Anche se la quota sul totale resta ancora bassa, l’Italia è stata la nazione con maggiore crescita: 21.647 auto plug-in immatricolate da aprile a giugno, con un aumento del 659,3% anno su anno. Anche la domanda di auto ibride è fortemente aumentata nel trimestre, rappresentando il 19,3% delle immatricolazioni di auto nell’Ue. La quota di mercato dei veicoli elettrici a batteria è più che raddoppiata, secondo i dati dell’Acea (l’associazione dei costruttori automobilistici europei) dal 3,5% nel secondo trimestre del 2020 al 7,5% di quest’anno, mentre i veicoli ibridi plug-in hanno rappresentato l’8,4% di tutte le nuove auto vendute. L’obiettivo di questi incentivi stanziati è quello di stimolare la diffusione delle auto a ricarica elettrica.