La protesta contro il Green Pass torna di nuovo in piazza: manifestazioni in tutta Italia [VIDEO]

Torna la protesta contro l’obbligo di Green Pass, che in alcune occasioni si salda con quella portata avanti dal movimento “No Vax”. Manifestazioni in molte città italiane, per lo più senza registrare tensioni.

Roma, Milano, Torino, Firenze, Genova e non solo: nella giornata di sabato migliaia di italiani sono tornati a protestare contro il Green Pass obbligatorio. Una protesta ormai strutturata da mesi, che riprende vigore in concomitanza delle riaperture di settembre. Ma non solo: anche le scadenze elettorali in diverse città potrebbero essere obbiettivo di chi ritiene l’obbligatorietà del certificato vaccinale (o comunque dei tamponi effettuati a breve scadenza) un limite inaccettabile alle libertà personali. Dopo il flop della scorsa settimana, il “popolo No Green Pass” ha indetto una nuova giornata di mobilitazioni.

LEGGI ANCHE: Meloni: “Green Pass misura inutile, si scarica su ristoratori e palestre”

E dunque strade e piazze di circa 12o città italiane si sono di nuovo animate della protesta di qualche migliaio di cittadine e cittadini che si oppongono ad una “dittatura sanitaria” per loro evidente. La manifestazione più numerosa si è tenuta a Milano, con un corteo che, secondo la Questura, è arrivato a contare circa 5mila partecipanti. Tutto tranquillo, giusto qualche disagio per la circolazione visto che il corteo non era stato annunciato.

Qualche tensione si è invece registrata a Torino, sopratutto nella fase iniziale: i manifestanti volevano prendere una direzione non concordata con le forze dell’ordine che lo ha impedito. Il corteo poi si è svolto tranquillamente. Composto da circa mille persone, si è concluso sotto la sede della CGIL, con i manifestanti che accusavano il sindacato di aver tradito i lavoratori sostenendo il Green Pass.

LEGGI ANCHE: Vaccini, Speranza apre all’obbligo: “Ipotesi concreta”

A Roma, a piazza del Popolo, il sit in è stato indetto da “Riconquistare l’Italia”, il movimento euroscettico e sovranista che si è opposto da subito al Green Pass e lo ha ribadito durante la manifestazione, dedicata anche a presentare il candidato alle elezioni amministrative della capitale. In piazza era anche presente il movimento neofascista Forza Nuova: qualche decina di militante ed il leader Giuliano Castellino, che ha rilasciato qualche dichiarazione alla stampa. Nessuna tensione da segnalare, a parte quella innescata da due violenti acquazzoni che hanno reso difficile il pomeriggio alle centinaia di manifestanti presenti.