Crollo magazzino Amazon, Bezos attaccato sui social: “Vergognati, fai schifo!”

Ascolta l'audio-articolo

Dopo il crollo del magazzino di Amazon in Illinois, si è scatenata l’indignazione del popolo del web nei confronti di Jeff Bezos, finito attaccato sui social: “Vergognati, fai schifo!”. Il miliardario aveva pubblicato foto allegre dei suoi astronauti e si era “dimenticato” di fare le condoglianze alle famiglie delle vittime.

crolla magazzino amazon, Bezos attaccato sui social - meteoweek.com
crolla magazzino Amazon, Bezos attaccato sui social – meteoweek.com

Grandissimo il polverone di polemiche che si è scatenato da ieri sull’uomo più ricco del mondo, Jeff Bezos, padre di Amazon. Forte l’indignazione verso quanto accaduto negli Stati Uniti, dove un capannone della multinazionale (in Illinois) è crollato, provocando la morte di sei persone. I media americani parlano di come la compagnia “sapesse” dello stato pericolante del tetto, reso ancora più fragile dagli uragani che colpiscono notoriamente la zona. Ma lo scandalo è accelerato dopo che il messaggio di cordoglio del manager – “Ho il cuore spezzato” – è arrivato ben diverse ore di ritardo all’apprensione della tragedia, e solo dopo il post di celebrazione del nuovo volo spaziale di Blue Origin.

L’indignazione sul web: “Vergognati, fai schifo!”

Indignazione sul web. Mentre sono morte almeno sei dipendenti di Amazon a causa del crollo del tetto di un magazzino in Illinois, Bezos postava su Instagram foto allegre salutando gli astronauti di Blue Origin, poco prima della gita di 10 minuti nello spazio. Soltanto dopo 11 ore dal gravoso episodio, Bezos informa i suoi follower su Twitter di avere il “cuore spezzato”, “dispiaciuto” per le vittime di Edwardsville. Mentre la compagnia Blue Origin di Bezos lanciava il suo nuovo volo sub-orbitale, con a bordo anche l’ex giocatore di football americano Michael Strahan e Laura Shepard Churchley (figlia del primo astronauta americano Alan Shepard), infatti, le agenzie stampa stavano già raccontando del tornado che si era abbattuto sugli stati del Mississippi, Arkansas, Missouri, Tennesse e Illinois – così come anche del gravoso crollo della struttura di Amazon.

LEGGI ANCHE: La dura critica della Germania nei confronti di Ferrero: “Ci sono personaggi che esistono solo in Italia”

Erano circa 100 gli addetti presenti nel magazzino in quel momento, rimasto aperto (riferiscono i media americani) nonostante l’allerta maltempo che era stata diramata. Stavano facendo gli straordinari in vista del Natale, e se in 45 sono stati estratti vivi, in 6 hanno perso la vita sotto le macerie. E mentre cominciavano e proseguivano le operazioni di soccorso dei dipendenti, Bezos scherzava con gli astronauti al loro rientro. “Il prossimo giro ve lo faccio pagare”, si legge in un post su Instagram. A quel punto, i suoi follower infuriano. “Ehi, un tuo magazzino è crollato con persone dentro e tu te ne freghi”, scrive sotto la foto un utente, mentre altri lasciano scritto “Vergognati”, e ancora, “Fai veramente schifo”.

LEGGI ANCHE: Usa, spunta un documento inviato allo staff di Trump per ritardare l’insediamento di Biden

Eclatante, poi, il commento di un utente – questa volta un dipendente – lasciato su Facebook, spiegando di come il Centro Risorse di Amazon lo abbia segnalato per aver saltato il turno proprio in quello che è stato il magazzino distrutto dal tornado. “Io ero lì ma la polizia mi ha detto di andare a casa”, scrive l’utente. E prosegue: “Così da Amazon mi hanno risposto che se voglio che mi venga tolta la segnalazione devo prima parlare con l’ufficio delle risorse umane del magazzino. Ma lì sono tutti sepolti!”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jeff Bezos (@jeffbezos)