Alessandra, trasferita da Livorno in Corsica: accoltellata a morte dal compagno francese

Ascolta l'audio-articolo

La donna si era trasferita qualche anno fa, dopo aver vissuto a Livorno dove era nata, perché sperava che in Corsica avrebbe potuto ricominciare una nuova vita

Alessandra Frati-meteoweek.com

È morta a 46 anni Alessandra Frati, cameriera in un ristorante di Bastia, in Corsica. La donna si era trasferita sull’isola francese qualche anno fa da Livorno, perché il suo intento era quello di iniziare una nuova vita. E invece, purtroppo, l’ha persa nella notte tra l’1 e il 2 marzo scorsi. A ucciderla in modo barbaro è stato il suo compagno francese, 21 anni, che quando è giunta la polizia, è fuggito lanciandosi dal quarto piano di un palazzo sulla Avenue Emile Sari, in centro.

Si tratta di un femminicidio suicidio su cui gli agenti non avrebbero dubbi, come affermano anche i media del posto: da alcuni mesi, infatti, la donna e il giovane avrebbero intrecciato una relazione.

La vicenda

Alessandra Frati-meteoweek.com

Alessandra aveva due figli di 22 e 12 anni, ed era andata in Corsica per cercare lavoro nella ristorazione, campo in cui era molto nota a Livorno. Da quanto ha ricostruito la procura francese, sarebbero stati i vicini della donna a dare l’allerta, spaventati dalle grida che provenivano dalla sua casa.

Leggi anche:—>Baby gang Zona 4 Milano, la banda di ragazzini che ruba soldi e cellulari:«Non reagire o ti faccio male»

Giunti sul luogo dell’aggressione, i poliziotti avrebbero ordinato al 21enne di aprire loro la porta, ma lui si è opposto. A quel punto, gli agenti l’hanno sfondata e sono entrati, scoprendo il corpo di Alessandra.

Leggi anche:—>Capitol Hill, l’indagine della Camera:«Trump cospirò per restare al potere»

La 46enne era ancora viva quando i poliziotti l’hanno trovata nell’appartamento, mentre il 21enne si era gettato dalla finestra ed era morto sul colpo. La donna è morta nella corsa verso l’ospedale. Aperta un’indagine per omicidio volontario e la procura ha disposto l’autopsia sul cadavere.