Migranti, maxi sbarco nella notte: arrivano in 400, tutti negativi

Ascolta l'audio-articolo

Nella notte un motopesca che trasportava circa 400 migranti è stato intercettato al largo delle coste siciliane.

Tutti negativi i profughi. Quasi un quarto dei migranti a bordo sono minori.

Nuovo sbarco di migranti ieri a Pozzallo, in provincia di Ragusa. Sono arrivati in 383. Sono tutti risultati negativi al Covid. Il peschereccio su cui erano imbarcati è stato intercettato nella notte al largo delle coste dell’isola siciliana. Sono stati trasportati nel porto di Pozzallo con alcune motovedette. Le navi della Capitaneria di porto e della Guardia di finanza hanno lavorato a lungo per salvare i migranti, in prevalenza provenienti dalla Siria. Sono partiti dalla Libia giovedì scorso, hanno poi raccontato. Sul vecchio motopesca anche un centinaio di minorenni e otto donne.

Il sindaco di Pozzallo: non sottovalutiamo la questione degli sbarchi

Roberto Ammatuna, sindaco di Pozzallo – Meteoweek

“Come volevasi dimostrare, con l’arrivo del bel tempo, iniziano gli sbarchi sulle coste siciliane”. A dichiararlo è il sindaco di Pozzallo, Roberto Ammatuna. Il primo cittadino ha ricordato i “parecchi e disumani naufragi nel Mediterraneo” degli ultimi giorni. A parte i minori, i migranti giunti a Pozzallo passeranno il necessario periodo di sorveglianza sanitaria sulla nave quarantena Azzurra.

“Come sempre Pozzallo assolve al proprio compito di città di accoglienza con grande spirito umanitario – spiega Ammatuna – e la straordinaria macchina dell’accoglienza, coordinata dal prefetto di Ragusa, ha funzionato ancora una volta con grande efficienza”. Ma il sindaco avverte: “Siamo appena all’inizio della stagione estiva e si ha purtroppo la sensazione che il Governo nazionale stia sottovalutando la questione sbarchi“. Sì, dice, perché “quest’anno il fenomeno potrebbe essere ancora più grave rispetto al passato, anche alla luce degli ultimi avvenimenti internazionali che potrebbero provocare ondate migratorie dalla Libia la cui influenza della Russia è sotto gli occhi di tutti”, osserva il sindaco.