Spenser Confidential | il nuovo film Netflix divertente e muscolare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:04

È disponibile da oggi Spenser Confidential, nuovo film Netflix diretto da Peter Berg con il suo inseparabile Mark Wahlberg. Il film è l’adattamento cinematografico del romanzo del 2013 Wonderland scritto da Ace Atkins, a sua volta basato sul personaggio del detective privato Spenser creato da Robert B. Parker.

Negli ultimi dieci anni, con risultati altalenanti e da diversi punti di osservazione, Peter Berg ha contribuito a definire il cinema di guerra contemporaneo, passando dai blockbuster che mettono in scena i disastri (Battleship), a quello più classico e rigoroso (Lone Survivor), passando per il cinema di guerra claustrofobia (Deepwater: Inferno sull’oceano) e per il cinema di guerriglia urbana (Boston – caccia all’uomo), fino al cinema di spionaggio (Red Zone – 22 Miglia Di Fuoco). Adesso Berg sembra cambiare registro con Spenser Confidential, nuovo film Netflix dal tono insolitamente scanzonato e ironico, che arriva direttamente dalla fine degli anni ’80.

Leggi altre notizie di cinema -> CLICCA QUI

La recensione di Spenser Confidential

Spenser Confidential non è infatti il film di guerra rigoroso (mascherato sempre da altro) come quelli realizzati in passato, ma uno di quelli d’azione vecchio stampo, classico nell’impianto e sempre in cerca di un sollievo scanzonato alla durezza del racconto. È una storia di fedeltà ai propri ideali, come il cinema americano di diversi anni fa, ma anche un film in grado di essere coriaceo e divertente allo stesso tempo. Berg perciò si pone a metà strada tra i suoi esordi (il sottovalutato Cose Molto Cattive) e il cinema che ha caratterizzato gli ultimi anni della sua carriera. Il regista infatti guarda direttamente a film del passato come Arma Letale o Trappola di Cristallo, caratterizzati da un tono difficilissimo da ottenere, sempre sul confine tra azione e commedia. Fare bene entrambi vuol dire centrare perfettamente attitudine e atteggiamento, spingendo sulle risate quando serve e sui muscoli quando è richiesta una spinta propulsiva alla narrazione.

Azione psicologica

Per ammissione dello stesso Berg, Spenser Confidential è un tentativo di uscire dalla seriosità del suo cinema più recente, basato sul un bilanciamento continuo tra credibilità e plausibilità delle situazioni messe in scene. Eppure, come rivelato dal regista in alcune interviste, è stato Forza Maggiore, dramma d’autore svedese dallo stesso cineasta che ha vinto Cannes qualche anno fa con The Square, uno dei lungometraggi che Berg si è rivisto prima di lavorare a Spenser Confidential. Questo perché il cinema d’azione per il cineasta americano è innanzitutto psicologia ed emozione. Azione psicologica prima che emotiva, che richiede una connessione empatica tra gli spettatori e i personaggi.

Leggi anche  -> The Eddy | il teaser trailer della serie musicale Netflix di Damien Chazelle

Il primo capitolo di una saga?

Riprendere un personaggio che proviene da una lunga serie di libri a lui dedicati serve ora a Berg per spingere Netflix ad investire nella creazione di un ipotetico franchise dedicato al detective Spencer. Berg ha fatto del suo Mark Wahlberg un personaggio cinematografico definito nonostante i ruoli diversi in ogni film, dimostrando la volontà di esplorare in diverse situazioni un carattere apparentemente granitico che viene costantemente messo alla prova. Spenser Confidential, se andrà bene, potrà finalmente dare a Berg la possibilità di creare una saga in grado di approfondire un personaggio in modi in cui un film non può fare per motivi di tempo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui