Coronavirus, Soleil Sorgé fugge dall’Italia | Web in rivolta per le sue dichiarazioni

Era un virus, è diventato un’emergenza: l’Italia si trova a fronteggiare con ogni mezzo possibile la diffusione del contagio da Coronavirus e anche gli influencer fanno la loro parte, ognuno a modo loro. Decisamente shock la posizione di Soleil Sorge.

Soleil Sorge (foto di Soleil Sorge/Instagram)

Prima Codogno e i comuni circostanti, poi la regione Lombardia e vari comuni limitrofi, sono diventati una zona rossa da cui non era possibile uscire, né entrare. Oggi l’intera penisola è area protetta, con limitazioni che impongono di limitare al minimo le uscite ai soli casi di emergenza sconsigliando ogni assembramento. Gli italiani ascoltano? Un po’ sì, un po’ no.

Leggi anche —-> Coronavirus, Chiara Ferragni e Fedez fanno donazione al San Raffaele di Milano: la cifra

Leggi anche —-> Coronavirus, Vasco Rossi durissimo appello: “È una guerra…”

Le raccomandazioni degli influencer

Naturalmente i personaggi pubblici, in particolare gli influencer, fanno la loro parte: se Chiara Ferragni lancia una sottoscrizione per aiutare il reparto di terapia intensiva dell’ospedale San Raffaele, se Melissa Satta bloccata in Turchia invita a seguire le indicazioni governative “per il bene dell’Italia, la voce di Soleil Sorge è decisamente fuori dal coro. 

Soleil Sorge, “fuggita” da Milano per andare ai Caraibi

Poco prima che la Lombardia diventasse zona rossa, l’ex fidanzata ha lasciato Milano per volare ai Caraibi e da lì, tramite una delle sue Instagram Stories, ci ha fatto sapere cosa pensa dell’emergenza.

Soleil Sorge (foto di Soleil Sorge/Instagram)

Dopo aver spiegato di non aver avuto alcun problema a lasciare la  città e di non esser stata sottoposta ad alcun controllo al suo arrivo in aeroporto, ha spiegato: “Di allarmismo ce n’è già abbastanza nel mondo, ci hanno fatto partire tranquillamente, quando siamo arrivati ci hanno testato i sintomi, ad ogni modo hanno verificato che non avessimo alcun sintomo del virus e ci hanno lasciato entrare tranquillamente, ed eccoci qui“.

Soleil Sorge: “Non è mica la peste”

Della quarantena ha saputo solo sul posto e a proposito del contagio ha detto: “Non è la peste. Muoiono solo gli 80enni. Non andate nel panico, troppo allarmismo“. Dichiarazioni che hanno sollevato un vespaio e che poi Soleil stessa ha cercato di chiarire.

Leggi anche —-> Soleil Sorge svela la verità: perchè ha lasciato Jeremias Rodriguez

Leggi anche —-> Virus Cina, Heather Parisi in allarme a Hong Kong: “Pronta a tutto”

Siamo arrivati a questo punto perché non abbiamo un sistema di prevenzione, test e controllo. Non possiamo contenere perché non abbiamo i mezzi per curare una qualsiasi pandemia o epidemia. Non vi tengono a casa perché è una piaga mortale, ma perché non abbiamo un’organizzazione adeguata.”

Vai alla Home di Meteoweek Spettacolo: clicca qui

Ha poi concluso: “Come potete leggere sul sito dell’Istituto Superiore della Sanità, il virus non è mortale, colpisce persone tra gli 80 e i 90 anni nei due terzi dei casi e con patologie pregresse”.