Coronavirus, in Europa morte più di 20mila persone

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:23

Il dato è stato aggiornato dalla France Presse. I Paesi con più vittime con Coronavirus sono Italia e Spagna. Peggiora la situazione in Francia.

coronavirus germania

Continuano a peggiorare le condizioni nei principali paesi europei. Il Coronavirus si sta diffondendo in maniera sempre più ampia e aggressiva nel Vecchio continente. Tanto che si prosegue nella stesura e nella pubblicazione di bollettini che somigliano a veri e propri resoconti di guerra, con casi di contagio e nuove morti che si susseguono giorno dopo giorno. In Europa, dunque, il Coronavirus ormai è diventato un affare comune per tutte le nazioni, tanto che è stata raggiunta una soglia decisamente poco edificante.

Stando a quanto si legge sull’agenzia France Presse, infatti, in tutta Europa è stato abbattuto il muro dei 20mila morti con Coronavirus. Si tratta dunque della fetta più grande rispetto ai 28.823 soggetti deceduti dall’inizio della pandemia da Covid-19 in tutto il mondo. Per il momento, il Paese del Vecchio Continente con il maggior numero di decessi legati all’epidemia resta l’Italia, che in attesa del bollettino di oggi pomeriggio è ferma a quota 9.134 morti. Ma le altre nazioni stanno purtroppo recuperando terreno con grande velocità.

Leggi anche -> Coronavirus, Consip: in arrivo 370 ventilatori entro il 31 marzo

Leggi anche -> Roberto Burioni: “Non resteremo a casa per sempre, ma è ancora presto”

Macron sembra aver cambiato posizione in ottica comunitaria – meteoweek.com

In seconda posizione c’è la Spagna, che sembra essere la nazione europea che sta vivendo peggio l’emergenza Coronavirus. Con il bollettino diffuso nella giornata odierna, il conto delle vittime è salito a quota 5.690 nel Paese iberico. Terza posizione in chiave europea per la Francia, che è ormai a un passo dalla soglia delle 2mila vittime con Coronavirus da quando si è diffusa l’epidemia. E si sta aggravando anche la posizione della Gran Bretagna. Nonostante il (tardivo) lockdown ordinato da Boris Johnson, il conto delle vittime è salito oggi a quota 759.

E non mancano le nazioni europee che stanno prendendo in queste ore nuovi provvedimenti per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. Come il Belgio, che ha optato per il lockdown fino al prossimo 18 aprile. O come la Russia, come stando a quanto trapela in queste ore ha ordinato la chiusura di tutte le frontiere terrestri e marittime a partire da lunedì. Dunque l’Europa continua a cercare di difendersi dalla minaccia del Coronavirus, anche se per il momento questo sta continuando ad avanzare. E tra poco nel Vecchio Continente verrà superata anche la soglia delle 500mila persone infette.

Il tutto mentre si continua a discutere delle misure dell’Unione Europea per fronteggiare l’emergenza sul piano economico. È di queste ore la notizia del dietrofront da parte di Emmanuel Macron: il capo dell’Eliseo sembra essersi schierato dalla parte di Italia e Spagna, nel richiedere con forza l’immissione dei Coronabond. Seguiranno aggiornamenti, ovviamente.