Naike Rivelli sempre più audace: acrobazie senza veli da bollino rosso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:54

Gli scatti di Naike Rivelli, in posizioni yoga mentre indossa solo la sua pelle, mantengono alta l’attenzione sui social. Ma per Naike non si tratta di esibizionismo. Chiaro anche il messaggio lanciato nell’ultimo video: ” E’ inutile fare beneficenza se poi sponsorizzi veleno…”

Naike Rivelli-Meteoweek.com
Foto Instagram

Profilo Instagram con oltre 258 mila follower, più di 6600 post pubblicati e poche, pochissime foto di lei vestita. Naike Rivelli, figlia della nota attrice Ornella Muti, ama impressionare. Quello che non si spiega è come riesca a impressionare le persone facendo sempre la stessa cosa, ovvero entrare in casa e mettersi nuda. Naike ha 45 anni, è passata attraverso varie esperienze artistiche: dalla conduzione di alcuni programmi televisivi alla partecipazione di altrettanti reality show, tra cui Pechino Express. Oltre a questo, ha esordito anche nel 2010 come cantante pop con il singolo ‘I Like Men’ e poi con l’album Metamorphose Me.

E’ nata a Monaco di Baviera ma è vissuta e vive ancora in Italia, in Piemonte. Sulla sua paternità non si sa nulla, per molti anni ha frequentato il produttore cinematografico spagnolo José Luis Bermúdez de Castro, pensando fosse suo padre. In realtà, un test del DNA dimostrò il contrario e la stessa madre, Ornella Muti, ha dichiarato di non sapere chi sia il vero padre di Naike.

Perchè si sveste?

“Sono d’accordo che le donne dovrebbero essere libere di spogliarsi e di vestirsi come vogliono – ha scritto Naike a corredo di uno scatto in cui mostra il lato b, in mutande, mentre fa yoga – Ma penso anche che sia molto importante il luogo, il contesto sociale, e il pubblico al quale una donna presenta la propria libertà di immagine. Ci sono delle regole. Io sono la prima a spogliarmi. Sono una nudista, una modella e un essere vivente che adora stare a suo agio con la proprio pelle e niente altro. È la sensazione più bella e naturale al mondo per me, poter chiudere la porta di casa e svestirmi. È sinonimo di comodità. Nel mio Instagram, posto quello che voglio, seguendo le regole di Instagram, come tutti. Le regole servono”.

LEGGI ANCHE ——-> Chiara Ferragni si infuria con un fan: l’influencer sbotta

LEGGI ANCHE ——-> Chiara Ferragni, la crisi con Fedez | “Litigi per..”

View this post on Instagram

Sono d’accordo che le donne dovrebbero essere libere di spogliarsi e di vestirsi come vogliono. Ma penso anche che sia molto importante il luogo, il contesto sociale, e il pubblico al quale una donna presenta la propria libertà di immagine. Ci sono delle regole. Io sono la prima 🥇 a spogliarmi. Sono una nudista, una modella e un essere vivente che adora stare a suo agio con la proprio pelle e niente altro. È la sensazione più bella e naturale al mondo per me, poter chiudere la porta di casa e svestirmi. È sinonimo di comodità. Nel mio Instagram, posto quello che voglio, seguendo le regole di Instagram, come tutti. Le regole servono. Se mi spogliassi in chiesa sarebbe blasfemo. Se andassi in TV semi nuda, il pomeriggio sarebbe maleducato, perché è un contesto che ha un pubblico famigliare. Non viviamo purtroppo in un mondo perfetto. Non tutti controllano i propri istinti violenti o sessuali, anche se dovrebbero farlo. Se fosse così, non ci sarebbero violenze ogni giorno, omicidii, guerre, pedofilia, pedofilia nella chiesa. Mandare in giro il messaggio che le giovani possono gironzolare vestite come personaggi tipo Francesca Cipriani.. secondo me (lo dico umilmente ma fermamente) è un grave errore. Non tutte le giovani che seguono queste trasmissioni hanno poi la protezione che hanno certe vip , quindi rischiano di trovarsi in situazioni brutte o pericolose. È come se domani dicessimo ai nostri figli piccoli di prendere caramelle o passaggi dagli sconosciuti. Sappiamo che il mondo è pericoloso per loro e quindi gli diciamo di stare attenti. Lo stesso vale per le donne. Si, siamo libere di vestirci e sentirci sexy, ma DOBBIAMO FARE MOLTA ATTENZIONE A DOVE-E QUANDO- E A QUALE PUBBLICO CI STIAMO ESPONENDO. Detto questo.. #evvivalapelosa @ornellamuti @dagocafonal @redazioneiene @striscialanotizia @ilgiornale.it @ig_napoli_ @paolabaraleofficial @antonellaeliatv

A post shared by Naike Rivelli (@naikerivelli) on

Rivendica il fatto di non andare in giro nuda ma di farlo in casa, dove fin da piccola le è stato insegnato a liberarsi dei vestiti: “Se mi spogliassi in chiesa sarebbe blasfemo – ha continuato nella didascalia dell’immagine – Se andassi in tv seminuda, il pomeriggio sarebbe maleducato, perché è un contesto che ha un pubblico famigliare. Non viviamo purtroppo in un mondo perfetto. Non tutti controllano i propri istinti violenti o sessuali, anche se dovrebbero farlo. Se fosse così, non ci sarebbero violenze ogni giorno, omicidii, guerre, pedofilia, pedofilia nella chiesa. Mandare in giro il messaggio che le giovani possono gironzolare vestite come personaggi tipo Francesca Cipriani… secondo me (lo dico umilmente ma fermamente) è un grave errore”.

Sì, siamo libere di vestirci e sentirci sexy, ma dobbiamo fare molta attenzione a dove,quanto e a quale pubblico ci stiamo esponendo, secondo la Rivelli. La donna ha sempre spiegato che il suo non è esibizionismo, ma parte del suo mestiere di modella e di performer, oltre al fatto che ricorre a questi scatti artistici per veicolare messaggi con una certa importanza sociale.

Naike, frecciatina per l’influencer ” E’ Inutile fare beneficenza se…”

Come l’ultimo video, postato circa un giorno fa, sul suo profilo Instagram. Protagoniste, questa volta, non le sue forme ma due confezioni di biscotti. Un confronto tra una nota marca e una un pò meno. La confezione meno conosciuta è, secondo l’artista, nettamente più genuina.

” Abitavo a Los Angeles e per anni non capivo perché in casa mamma non facesse entrare gli zuccheri raffinati. A casa nostra non trovavi coca-cola o biscotti del genere “, indicando il pacchetto incriminato. Naike continua dicendo che molte delle sue coetanee oggi “non stanno messe benino. Mamma voleva tenerci lontani dalle malattie, dal colesterolo, dall’obesità. Mangiare questa roba è veleno per il corpo, che non sa che fare con questo cibo e si ammala.” Parla della dieta del cancro, e di come alle persone affette da questo male la prima cosa che gli viene tolta sono proprio gli zuccheri lavorati.

LEGGI ANCHE ——-> Chiara Ferragni, la nonna è in ospedale: “Unitevi in preghiera”

LEGGI ANCHE ——-> Chiara Ferragni e Fedez: “Abbiamo raccolto altri soldi” | La cifra

VISUALIZZA SEZIONE SPETTACOLO METEOWEEK- CLICCA QUI –

E poi lancia una frecciatina, non proprio piccola, forse a una nota influencer che in questo momento sponsorizza la nota marca di biscotti: “E’ inutile sponsorizzare veleno e dire che i soldi andranno in beneficenza…”.