Come capire se il partner ti tradisce durante il Coronavirus

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:42

La clausura forzata a causa della pandemia, sta mettendo a durissima prova i fedifraghi che possono essere facilmente smascherati, vista la situazione, dai loro partner. Ma quali sono i segnali da osservare con maggior attenzione per scovare il traditore?

Tempi duri per i fedifraghi

In questo periodo la vita è davvero dura e assai faticosa per i fedifraghi, dal momento che non potendo muoversi di casa, non possono frequentare l’altro o l’altra. Ma, di contro, i loro partner, sopratutto se abitano insieme a loro, possono verificare in questo periodo, trascorrendo quasi tutto il tempo con loro, se ci sono dei segnali che fanno presupporre di una o più storie clandestine. Ma a quali “segni” si deve prestare maggiore  attenzione per scoprirlo?

Leggi Anche -> Il sesso al tempo del Coronavirus: 5 regole da tener presente

Leggi Anche -> Igiene intima, l’importanza di lavare il pene dopo il sesso

Tenere d’occhio il cellulare e il conto corrente

Per prima cosa bisogna cercare di osservare attentamente il comportamento del proprio compagno. Sembra particolarmente nervoso quando riceve comunicazioni sul cellulare e non si trova solo? Lo porta sempre con se quando va al bagno? Si assenta sempre col telefono in tasca o in mano quando deve scendere per buttare lo sporco o portare il cane a fare due passi? Se poi si possiede un conto corrente comune o si ha comunque la possibilità, conoscendone i dati, di accedere al suo online, si possono verificare gli ultimi acquisti. E se c’è qualcosa di sospetto o qualche spesa strana o ambigua, della quale non ha fatto notizia, e non è nelle vicinanze una ricorrenza, è bene iniziare a rizzare le antenne!

Leggi Anche -> Trono over, la dama scopre il tradimento | “L’ho mandato via di casa”

Leggi Anche -> Diletta Leotta quarantena in casa con un uomo | Tradimento social per Daniele Scardina

Regali sospetti, mittenti di email o messaggi troppi insistenti

Se poi col passare dei giorni tali regali non vengono manifestati e non trovano posto in casa, ciò può significare che possono essere già in mano all’altro/altra! Ovviamente è bene anche cercare di l leggergli i messaggi, sopratutto su whatsapp, verificando anche i suoi accessi (ovviamente se non ha tolto l’opzione), e anche la sua posta email, anche delle scorse settimane o del mese precedente, quindi ben prima dell’inizio della pandemia.

Vai alla Home di MeteoWeek Curiosità -> clicca QUI

Se se ne trova qualcuno troppo insistente fra i suoi mittenti che non faccia parte della sua cerchia lavorativa o familiare, è necessario navigare in Rete per cercare notizie al riguardo di tale persona, senza farsi scoprire. Infine, è opportuno, dopo aver effettuato tutti gli accertamenti del caso, visto il sentimento di grande nervosismo e di preoccupazione che vige in questo periodo, aspettare la fine della pandemia per vedere se anche con il ritorno alla normalità, tali segnali si possano verificare. Altrimenti, meglio tacere!