Home Tv - Serie Tv e Fiction Stasera in tv | 3 aprile | Suburra, il film prima dell’acclamata...

Stasera in tv | 3 aprile | Suburra, il film prima dell’acclamata serie tv

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:21
CONDIVIDI

Venerdì 3 Aprile alle ore 21:10 su Rai Movie andrà in onda il film diretto da Stefano Sollima e basato sull’omonimo romanzo di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini, Suburra.

Il 3 Aprile alle ore 21:10 su Rai Movie andrà in onda il film drammatico Suburra, diretto da Stefano Sollima e interpretato da Pierfrancesco Favino, Alessandro Borghi, Elio Germano, Greta Scarano, Claudio Amendola.

Suburra | la trama del film

Siamo in una Roma che più sporca e corrotta non si potrebbe, dentro cui vivono e si muovono le varie figure in gioco. Abbiamo il Papa tormentato dal desiderio di dimettersi, un boss della zona di Ostia alle prese con i traffici della zona e con chi li amministra, un piccolo criminale autoctono che vuole tornara e fare affari poco leciti subito dopo essere uscito di prigione, un parlamentare corrotto costretto a chiedere aiuto e a scendere a patti con la criminalità per non soccombere a livello di visibilità. Sullo sfondo di una Capitale plumbea e opprimente, i destini di queste figure si incroceranno dando vita a corto circuiti imprevedibili e pericolosi.

Suburra | il trailer del film

Leggi anche: Guida tv | Tutti i programmi tv del 3 Aprile 2020

Suburra | alcune curiosità sul film

Tratto dall’omonimo splendido rromanzo di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini, Suburra è l’ennesima dimostrazione dell’indiscutibile e inesauribile talento del regista, Stefano Sollima, che ha dedicato il suo lavoro al padre Sergio, scomparso pochi mesi prima dell’uscita in sala.

Un cast all star per un’opera intensa e complessa, che fotografa uno spaccato reale seppur sotterraneo della nostra società. Il titolo, Suburra, si rifà a un quartiere dell’Antica Roma, caratterizzato da una parte bassa estremamente malfamata.

Nell’Ottobre del 2015 è stato dato l’annuncio della serie televisiva basata sulla pellicola, nella quale tornano alcuni dei protagonisti (Alessandro Borghi, Giacomo Ferrara, Adamo Dionisi) nei ruoli che già interpretavano al cinema.

Perché vederlo: un’opera potente e suggestiva, con un cast eccezionale.