Scoppia l’incendio e mette in salvo i fratelli, morta per asfissia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:01

Scoppia un incendio in casa e mette in salvo i fratelli: una donna di 49 anni è morta per asfissia, non riuscendo a salvare se stessa. La tragedia è avvenuta a Benevento, in piena notte

vigili del fuoco - incendio cagli - muore roberto girelli
vigili del fuoco, foto di repertorio – meteoweek.com

È riuscita a mettere in salvo i suoi tre fratelli, uno dei quali affetto da disabilità. Non è riuscita, però, a salvarsi in seguito e ad evitare le fitte nubi di fumo: sopraffatta da quest’ultime dell’incendio sviluppatosi in casa, una donna di 49 anni è morta per asfissia.

La tragedia è avvenuta intorno alle 4.30 in un’abitazione di Dugenta, in provincia di Benevento. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Montesarchio, i vigili del fuoco e i sanitari del 118. Non c’è stato nulla da fare: i sanitari hanno dovuto constatarne il decesso.

Si indaga sulle cause dell’incendio, sequestrata l’abitazione

Patrizia Napolitano, 49 anni, è il nome della vittima che dopo aver compiuto un atto eroico non è riuscita a mettersi in salvo. In seguito ad un incendio in casa, sviluppatosi con ogni probabilità a causa di un corto circuito del frigorifero, la donna ha dato l’allarme ai tre fratelli con i quali viveva. Uno di loro è uscito subito di casa alla ricerca di aiuto, mentre la donna insieme all’altro fratello è riuscita a portare al sicuro un terzo fratello, cieco.

Leggi anche –> Il rientro di colf e badanti: “Test e quarantene? Responsabilità tutta sui singoli”

Leggi anche –> Covid, in Messico scatta l’allarme: in esaurimento i certificati di morte

Poi – stando al racconto dei sopravvissuti che hanno visto tutto da vicino – la donna è rimasta intrappolata in casa, probabilmente svenuta per le forti esalazioni da fumo che l’hanno portata alla morte. La salma è stata trasportata presso l’obitorio dell’ospedale «San Pio» di Benevento dove sarà disposto l’esame autoptico disposto dal magistrato di turno. L’abitazione è stata sottoposta a sequestro, gli inquirenti stanno cercando di ricostruire nel dettaglio la tragica vicenda.