Ucraina, ammiraglio Di Paola: “Putin vuole controllare tutto il Donbass”

Ascolta l'audio-articolo

Il Cremlino punta a rafforzare la propria presenza in Donbass, che adesso è controllato solo in parte da Mosca.

E all’Azovstal si prepara una battaglia cruenta dopo l’evacuazione dei civili.

L’ammiraglio Giampaolo Di Paola, ex capo di stato maggiore della difesa e ministro della Difesa nel governo Monti – Meteoweek

“Credo che l’obiettivo di Putin sia quello di consolidare la presenza, il controllo russo in tutto il Donbass. È quanto dice a Skytg24 l’ammiraglio Giampaolo Di Paola, ex capo di stato maggiore della difesa e ministro della Difesa nel governo di Mario Monti. Adesso solo una parte del Donbass è sotto il controllo russo, mentre una porzione significativa è ancora in mano ucraina.

Non bisogna illudersi, avverte Di Paola, sulla tregua di tre giorni concessa dai russi all’Azovstal: “Il cessate il fuoco limitato all’acciaieria Azovstal è probabilmente per consentire l’evacuazione di quegli ultimi civili che sono ancora lì”, spiega l’ammiraglio. Si prepara un aspro scontro a Mariupol. Il motivo, facile da intuire, è “perché la battaglia per stanare o per eliminare le forze resistenti all’interno dell’acciaieria sarà una battaglia, dura, feroce, dice Di Paola.

“E quindi – conclude – le forze russe probabilmente dovranno arrivare, per conquistare tutta l’acciaieria all’eliminazione fisica delle forze resistenti e vogliono evitare un ulteriore, almeno in questo caso, bagno di sangue di civili”.