Ecco le immagini che testimoniano i crimini della Russia a Bucha – VIDEO

Alcuni video girati nella cittadina ucraina tra il 4 e il 5 marzo svelano esecuzioni di prigionieri civili da parte dei soldati agli ordini di Vladimir Putin. Le immagini sono state diffuse dal NYT.

Il New York Times, ha pubblicato un agghiacciante video che testimonia ancora una volta i crimini di guerra compiuti dai soldati russi in Ucraina. In particolare a Bucha, città nel distretto della capitale Kiev, in cui sono stati compiuti massacri di civili da parte dell’esercito di Mosca.

Nelle immagini si vedono alcuni soldati che conducono un gruppo di uomini, almeno 8, all’esterno di un edificio. Queste persone appaiono in coda, una mano sopra la testa china e l’altra agganciata alla cintura del compagno davanti.

Secondo il quotidiano il fatto risale allo scorso 4 marzo e le riprese sono state girate da alcune telecamere di sicurezza della zona e da un testimone in un edificio lì vicino, il quale ha raccontato che gli uomini sono poi stati passati per le armi, sebbene nei video non viene mostrato l’assassinio. Infatti il gruppo di prigionieri non torna poi nel palazzo. Un altro filmato ripreso da un drone il 5 marzo mostra i corpi di quegli uomini adagiati a un lato dell’edificio, mentre un gruppo di soldati russi è lì di guardia.

CRIMINI DI GUERRA

I ministri della Giustizia e i procuratori generali di Stati Uniti, Regno Unito, Australia, Canada e Nuova Zelanda hanno affermato in una dichiarazione di “sostenere” l’azione del procuratore generale dell’Ucraina Iryna Venediktova volta a ritenere responsabili i responsabili di crimini di guerra commessi durante l’invasione russa“.

Sosteniamo la ricerca di giustizia dell’Ucraina e attraverso altre indagini internazionali, inclusa la Corte penale internazionale” affermano in una nota congiunta. “Condanniamo insieme le azioni del governo russo e lo invitiamo a cessare tutte le violazioni del diritto internazionale, a fermare la sua invasione illegale e a cooperare”.