Gabriele Muccino | 5 film da rivedere aspettando Gli anni più belli

In attesa di vedere il nuovo film Gli anni più belli di Gabriele Muccino, sono stati scelti cinque film del regista che meriterebbero di essere visti almeno una volta.

Tra circa un mese, il regista Gabriele Muccino, dopo il successo di A casa tutti bene del 2018, tornerà al cinema con Gli anni più belli. Il film racconta la storia di un gruppo di amici a partire dagli anni ’80 fino ai giorni nostri. Tra cocenti delusioni ed amori folgoranti condivideranno questo cammino chiamato vita.

Oltre ad avere una colonna sonora curata da Claudio Baglioni, tra i protagonisti del nuovo film di Muccino ci sono: Pierfrancesco Favino e Claudio Santamaria (entrambi vecchie conoscenze di Muccino); Micaela Ramazzotti, Kim Rossi Stuart e per la prima volta in veste di attrice, la cantante Emma Marrone. Per celebrare la carriera del regista romano, ripensando alla sua filmografia ecco cinque film che meriterebbero di essere rivisti (o visti) almeno una volta.

Leggi anche: Gli Anni Più Belli | aperte prevendite per il nuovo film di Gabriele Muccino

L’ultimo bacio (2001)

Un gruppo di amici composto da Carlo, Adriano, Paolo, Alberto e Marco sono arrivati nella fatidica decade dei trent’anni. In quest’età la consapevolezza di mettere finalmente la testa a posto, creare una famiglia ed avere un lavoro stabile, li spaventa terribilmente.

Gli attori de L’ultimo bacio sono: Stefano Accorsi, Giovanna Mezzogiorno, Stefania Sandrelli, Martina Stella, Pierfrancesco Favino, Claudio Santamaria, Giorgio Pasotti, Sabrina Impacciatore e Sergio Castellitto.

Questo film è tra i più apprezzati e visti in tutto il mondo, basti pensare che nel 2006 venne girato anche un remake americano dal titolo The Last Kiss con Zack Braff, Jacinda Barrett, Casey Affleck e Rachal Bilson. La musica, fondamentale nei film di Muccino, venne affidata alla cantante Carmen Consoli, la quale non solo interpretò la canzone omonima al film, ma fece anche un piccolo cameo.

Leggi anche: A casa tutti bene, il film che andrà in onda su RaiUno in 1^Tv

Ricordati di me (2003)

Carlo (Fabrizio Bentivoglio), Giulia (Laura Morante) e i loro due figli Paolo (Silvio Muccino) e Valentina (Nicoletta Romanoff) sono la famiglia Ristuccia. Da fuori sembrano il classico nucleo famigliare borghese, appagato al quale non manca nulla.

In realtà, ognuno di loro ha un mondo complesso e contorto, pieno di insoddisfazione e repressione. Carlo voleva essere uno scrittore e invece si ritrova a lavorare per una società assicurativa; Giulia è una professoressa di lettere, amante del teatro la quale decide di prendere in mano la sua vita tornando a recitare. Invece il figlio Paolo è un adolescente profondamente insicuro e alle prese con le prime esperienze tra le quali l’amore. Valentina, la più grande, appare come quella più determinata a fare di tutto pur di arrivare a realizzare i suoi sogni: diventare una letterina.

Nessuno dei quattro componenti, si immischia nelle vicende dell’altro. Ma il punto di rottura avviene quando la moglie scopre che Carlo, dopo anni ha ritrovato casualmente il suo primo amore Alessia (Monica Bellucci).

Leggi anche: Will Smith | alti e bassi di una carriera imprevedibile

La ricerca della felicità (2006)

Per Gabriele Muccino questo film rappresenta il suo debutto ufficiale ad Hollywood e l’inizio di una grande amicizia con Will Smith. Ispirato ad una storia vera, La ricerca della felicità è diventato un film cult sopratutto per una battuta che il protagonista dedica al figlio: “Non permettere mai a nessuno di dirti che non sai fare qualcosa..neanche a me! Se hai un sogno, tu lo devi proteggere, quando le persone non sanno fare qualcosa lo dicono a te che non lo sai fare, se vuoi qualcosa… vai lì e inseguila!” 

Chris Gardner (Will Smith) è un venditore di macchinari per rilevare la densità delle ossa. Le ostilità da parte dei medici di acquistare questo strumento mettono in seria difficoltà il bilancio della sua famiglia composta dalla moglie Linda (Thandie Newton) e da suo figlio Christopher Gardner (Jaden Smith, figlio vero di Will Smith). Un incontro fortuito con un broker della Dean Witter, cambierà la vita di Gardner, sebbene le difficoltà saranno all’ordine del giorno. La forza d’animo e la voglia di farcela per dimostrare al figlio di non arrendersi mai nonostante le delusioni della vita, sono il motore che porta il broker Chris a farcela.

Leggi anche: Bad Boys 4 | confermato il nuovo film con Will Smith e Martin Lawrence

Sette Anime (2008)

Per la seconda volta, Will Smith si trova ad essere diretto da Gabriele Muccino, questa volta nel film drammatico Sette Anime. Tra le musiche che hanno accompagnato il film, compare anche il brano The Crisis interpretato da Ennio Morricone.

Tim Thomas (Will Smith) ingegnere aerospaziale, è colpevole di aver provocato un terribile incidente stradale nella quale perdono la vita sei persone e sua moglie Sarah Jenson (Robinne Lee). Tim devastato da questo evento, farà un patto con la propria anima: salvare la vita di sette persone. Tra donazioni economiche e salutari, Tim finirà per dedicare il suo cuore ad un nuovo amore, Emily Posa, riuscendo finalmente a trovare pace con quel senso di colpa che lo aveva accompagnato per anni.

Leggi anche: Pierfrancesco Favino, i 5 migliori ruoli dell’attore più richiesto del momento

Baciami ancora (2010)

Terminata la parentesi americana, Gabriele Muccino torna in Italia per girare il suo settimo film. Dopo L’ultimo bacio, il regista ritorna a parlare dello strampalato gruppo di amici de L’ultimo Bacio. Ambientato sempre a Roma, ritroviamo gli stessi protagonisti del primo film più invecchiati nell’aspetto esteriore. Tormentati dalle scelte prese negli anni (come la fuga di Adriano e la separazione da Lidia con la quale aveva un figlio), terrorizzati dalla paura di essere abbandonati (come Marco che viene tradito dalla moglie per un ragazzo più giovane), di non farcela e di farsi schiacciare dal mostro della depressione (come il caso di Paolo, il quale nonostante stia con Lidia, non riesce comunque a riemergere dal baratro emotivo nel quale si trova).

Tra i cambiamenti più evidenti, l’attrice Vittoria Puccini nei panni di Giulia, ruolo che nel 2001 fu di Giovanna Mezzogiorno. Un rifiuto da parte dell’attrice che non fu preso bene da Muccino, tanto da dichiarare: “Giovanna può segnarsi sull’agenda che non lavorerà più con me!” Come di consueto, la colonna sonora venne affidata al cantante Jovanotti, il quale scrisse un brano dal titolo Baciami Ancora.