Birds of Prey | le differenze nel look dei protagonisti tra film e fumetto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:14

Siete curiosi di vedere come venivano descritti i protagonisti del fumetto della DC Comics, dal quale è tratto il film Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn?

Il film Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn è uno dei titoli maggiormente attesi del 2020 che usciranno la prossima settimana al cinema. I supereroi sono famosi per avere dei costumi accattivanti e sgargianti, non sempre sistemati e precisi. Un esempio è proprio la protagonista del film in questione.

Siamo abituati a vedere Margot Robbie nei panni della psicopatica Harley Quiin, con un look trasandato, composto da codine colorate, trucco sbavato e le calze rotte, ma in realtà, come appare nei fumetti originari della DC Comics? Lo stesso quesito è stato rivolto anche agli altri co-protagonisti di Birds of Prey.

Harley Quiin

I vestiti di Harley Quiin sono già un ottimo bigliettino da visita per descrivere il suo personaggio. Collane pesanti con ciondoli, tute gialle, giacche da moto in plastica trasparente con frange, colori e trame mischiate. Harley sembra amare tutti i colori riuscendo a creare il giusto mix tra femminilità e mascolinità. Per non parlare del trucco e del parrucco. Trecce, rossetto rosso sbavato, tatuaggi attacca e stacca ed ombretti messi senza cura, creano una tensione estetica perfettamente in linea con la sua mente psicolabile.

Nei fumetti invece, viene rappresentata in maniera elegante e solo con due colori dominanti: rosso e nero. Il motivo di questa scelta cromatica va rintracciata nella figura storica del personaggio del giullare.

Leggi anche: Margot Robbie chi è | carriera | vita privata dell’attrice

Black Canary

Black Canary nella versione cinematografica sfoggia uno sguardo da vera dura ed intimidatorio. Ha lunghi capelli color bronzo con un top corto dorato, pantaloni a vita alta ed una serie di accessori. Il suo stile ne abbraccia diversi. Dal punk, al glam, al gotico riesce a trovare il giusto equilibrio, rendendo il tutto armonioso.

Nei fumetti invece appare molto più vestita rispetto ad alcune colleghe, ma pur sempre unica ed elegante. Black Canary caratterizzata da un body nero, giacca bolero, collant a rete e stivali è tra le più sensuali dell’universo Marvel.

Leggi anche: Birds of Prey vietato ai minori | le motivazioni spiegate da Margot Robbie

Black Mask

Nonostante sia un uomo d’affari stranamente non viene rappresentato con il tipico completo elegante in giacca e cravatta. I suoi abiti non hanno nulla di speciale, non hanno un taglio particolare oppure che sembrano disegnati da stilisti di alta moda. Nel suo guardaroba prevalgono completi in velluto verde con stampe floreali e guanti monogramma. In fondo, è un villain che non ama sottostare alle regole, comprese quelle della moda.

Black Mask nei fumetti viene disegnato esattamente all’opposto. Spesso vestito con abiti eleganti, gessati, doppio petto e panciotto.

Leggi anche: Birds of Prey | Black Mask e Victor Zsasz sono gay nel film DC?

Victor Zsasz

Tra tutti quelli citati fin ora (e anche dopo), il look di Victor è davvero inguardabile. I suoi vestiti sono usurati, poco curati e per lo più ci sono pantaloni e cappotti nel suo armadio. Il suo aspetto presuppone che in tasca abbia sempre un coltello a prescindere da ciò che indosserà. Il suo look prevede capelli decolorati e cicatrici facciali. Il perfetto identikit di chi fa il lavoro sporco per Black Mask.

Nei fumetti, Victor è altrettanto sgradevole, è un serial killer demenziale dallo sguardo cattivo, dalla mente poco stabile e sempre con un coltello tra le mani.

Leggi anche: Birds of Prey | tutto quello che sappiamo sul nuovo film con Margot Robbie

Cassandra Cain

Il look di Cassandra è tipico di chi ama stare fuori casa e sfrecciare con lo skate board per le vie della città. Jeans, felpe, magliette e giacche dominano nel suo armadio. La caratteristica più distintiva è il suo gesso rosa sul braccio, pieno di scarabocchi e carte da gioco. Lei è l’incarnazione perfetta del genere punk: sfacciata, disinteressata alla moda e probabilmente cacciata da qualche negozio intenta a rubare.

Nei fumetti la Cain ha un aspetto molto più elegante con un abbigliamento composto dal nero e dal giallo e molto aderente sulle sue curve. Ad esempio, nel costume di Batgirl scurisce i capelli, scambia i guanti e gli stivali gialli con quelli neri.

Leggi anche: Birds of Prey | Margot Robbie motiva l’assenza del Joker di Jared Leto

Renee Montoya

Lei rappresenta il pilastro del potere. I suoi vestiti la rappresentano come una donna elegante, giacche abbottonate e sempre impeccabili, restia a fare casini e cose strampalate. Se le altre donne sono dotate di grosse catene e gioielli appariscenti, la Montoya invece è dotata solo di una catenina d’oro e all’occorrenza, di un paio di tirapugni.

Il suo look casual è presente anche nei fumetti sopratutto quando è a lavoro. Ama indossare anche abiti più informali come t-shirt, jeans rotti e giacche di pelle. Il suo costume prevede una maschera sul volto per celare la sua identità.

Cacciatrice

A differenza degli altri membri del cast di Birds of Prey, la Cacciatrice sacrifica la moda in nome della funzionalità. Le piacciono le tinte scure, dalle sfumature viola, tessuti in pelle, e rinuncia a qualsiasi tipo di gioielli e a colori sgargianti. Il suo aspetto è molto vicino al genere militare, con armature e un equipaggio da motociclista. Immancabile la sua balestra con la quale si fa rispettare.

Nel mondo dei fumetti, la Cacciatrice mantiene questo look preferendo delle cromie più sul porpora mantenendo la passione per la pelle. L’elemento più importante è la sua maschera viola che sale vicino all’attaccatura dei capelli. Come appare nel film, la balestra è sempre con lei.