Amazon Prime Video | 5 documentari da recuperare in streaming

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:15

Sono tantissimi i documentari interessanti presenti sul catalogo di Amazon Prime Video. Ve ne consigliamo cinque che non dovreste perdervi.

Negli ultimi anni il genere documentaristico si è evoluto notevolmente, sperimentando nuove forme di narrazione e toccando temi sempre più inusuali e nuovi. Vi consigliamo cinque titoli da recuperare nel catalogo della piattaforma Amazon Prime Video.

City of Ghosts

Queso straordinario documentario segue il terribile viaggio del collettivo di giornalisti anonimi noto come “Raqqa is Being Slaughtered Silently”, impegnato nella costante segnalazione delle violazioni dei diritti umani perpetrate da parte dello Stato islamico. Questo gruppo di coraggiosi giornalisti, dopo aver visto il proprio Paese martoriato e sottomesso dall’Isis, decide di rischiare per documentare il più grande male del mondo. Una grande testimonianza di integrità morale, ma anche una importante lezione sul giornalismo di guerra, che è tanto più valoroso quando non si limita alla diffusione dei comunicati stampa, ma indaga autonomamente sugli orrori della guerra per rivelarli a chi è troppo lontano per vederli.

Beyond the Brick: A Lego Brickumentary

Diretto da Daniel Junge e Kief Davidson, Beyond the Brick: A Lego Brickumentary è narrato dall’attore Jason Bateman (Ozark, Come ammazzare il capo… e vivere felici). Adottando un tono scanzonato e ironico (come tutte le produzioni cinematografiche e televisive dedicate al brand), il documentario spiega come questi mattoncini colorati siano diventati, nel corso del tempo, da semplici giocattoli per bambini a fenomeno globale amato da collezionisti, artisti, innovatori e costruttori di tutte le età (addirittura materiale ottimo per il cinema, come hanno dimostrati i due Lego movies).

Leggi anche: Boys State | Apple acquista il documentario presentato al Sundance

One Life – Il Film

Il film diretto da Mike Gunton e Martha Holmes non è un semplice documentario, ma un atto d’amore dedicato alla bellezza e alla ricchezza della biodiversità del pianeta Terra. Il lungometraggio ha richiesto una lunghissima lavorazione (oltre sei anni per recuperare il materiale) e più di millecinquecento persone sono state coinvolte nel progetto a diverso titolo (registi, montatori, scienziati). Settanta telecamere hanno ripreso tantissimi animali appartenenti a specie in via di estinzione, muovendosi fra Costa Rica, Brasile, Israele, Kenia, Antartide, Venezuela, Etiopia e Indonesia. Un documento che rimarrà anche quando il cambiamento climatico e l’inquinamento umano determineranno la scomparsa di questi esseri viventi così rari e preziosi.

Comizi d’amore

Come sempre avviene nel cinema di Pier Paolo Pasolini, i suoi film sono sempre prima di tutto indagini antropologiche e sociali. In Comizi d’amore, il poeta e regista emiliano intervista gli italiani, passando dagli intellettuali alto-borghesi ai contadini e proletari del meridione. Chiede loro informazioni sulle abitudini sessuali, smascherando il moralismo di un’epoca segnata dall’egemonia della Democrazia Cristiana. Attraverso il film, vengono così alla luce l’ignoranza e la paura che affliggono la sfera privata dei cittadini, ma emerge anche la genuina tenerezza con cui Pasolini si avvicina alle persone che intervista. Rimarrà nella storia il suo augurio alla coppia di Tonino e a Graziella: “Al vostro amore si aggiunga la coscienza del vostro amore”.

Leggi anche: I 5 migliori personaggi ideati dal genio di Hayao Miyazaki

Never-Ending Man: Hayao Miyazaki

Anche se Netflix ha recentemente acquistato i film dello Studio Ghibli per la sua piattaforma di streaming, su Amazon Prime Video è disponibile un documentario-intervista diretto da Kaku Arakawa incentrato sulla figura di Hayao Miyazaki dopo l’annuncio del suo ritiro nel settembre 2013. Miyazaki si rende presto conto di non riuscire a stare fermo e decide quindi di provare a realizzare un cortometraggio con un nuovo stile di animazione più moderno. Il film mostra questo periodo di introspezione e sperimentazione artistica.