Lino Banfi duro contro il politico, il nonno di Italia si schiera: “Hai sbagliato”

L’amatissimo attore Lino Banfi, in una recente intervista, ha preso posizione ed ha criticato apertamente il noto politico per le sue ultime dichiarazioni. Ecco cosa ha detto il nonno d’Italia. 

Le parole del Presidente Toti

Negli ultimi giorni hanno tenuto banco alcune dichiarazioni, fortemente criticate, fatte dal Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti. In un tweet pubblicato sul suo account ufficiale, Toti, in merito ai decessi avvenuti in queste settimane nel Paese causa Covid, aveva scritto: “[…] Si tratta di persone che sono per fortuna per lo più in pensione, non sono indispensabili allo sforzo produttivo del Paese ma essendo più fragili vanno tutelate in ogni modo”.

Nel corso della scorsa puntata di Da Noi a Ruota Libera, condotto da Francesca Fialdini su Rai Uno, la conduttrice ha chiesto a Lino Banfi, nominato Nonno D’Italia negli anni scorsi, di commentare le parole di Toti. L’attore che ha interpretato Nonno Libero in Un Medico in Famiglia non si è certo tirato indietro.

Link —-> Francesca Fialdini in tenuta sportiva: mini shorts e felpa Foto

Le scuse del Presidente Toti

Le polemiche sollevate dal tweet, hanno costretto il Presidente Toti a ritornare sulle sue dichiarazioni. Il Presidente ligure si è scusato sulle parole usate, spiegando che il tweet era soltanto una parte di un intervento molto più ampio.

Ha spiegato Toti: “Il senso di questo tweet, che appartiene a un ragionamento più ampio, è stato frainteso. I nostri anziani sono i più colpiti dal virus, sono persone spesso in pensione che possono restare di più a casa e essere tutelate di più”. 

Link —-> Albano Carrisi a gamba tesa a La vita in diretta estate | Lino Banfi : “Mi ha scioccato”

Le parole di Lino Banfi

L’attore ha così commentato le parole del Presidente Toti: “Essendo io il Nonno d’Italia, è un bell’onore e un bell’onere. Comincio a prenderla seriamente. Dico che siamo 14- 15 milioni in Italia, siamo parecchi. Parlo direttamente a questo signore senza fare il nome. Governatore, tu sei un bravo ragazzo. Io ti conosco. Non so se per una svista tua o se ti è scappata qualche parolina in più, ma hai detto che se i nonni ci sono o non ci sono è lo stesso”.

E ancora: “Forse lo sbaglio che hai fatto, Governatore, è stato questo. Il tuo cognome. Il tuo cognome ci riporta a quell’Enrico Toti che lanciò la famosa stampella. Anche tu hai lanciato una stampella, ma lo hai fatto contro 14 milioni di persone che l’hanno presa e ridotta in pezzettini”. Concludendo, e tirando in ballo scherzosamente anche l’amico ed ex Premier Silvio Berlusconi, Banfi ha dichiarato: “E poi hai offeso un 84enne molto famoso che ha reso famoso pure te. Attenzione che quello ha 84 anni e se li porta bene”.