Bonus Reddito di Cittadinanza: fino a 4680 euro per avviare una impresa. Requisiti e come fare domanda

Il bonus è pari a sei mensilità anticipate del Reddito di Cittadinanza e sarà accreditato sull’Iban o tramite bonifico domiciliato.

Bonus Reddito di Cittadinanza – Meteoweek

L’INPS ha reso noto le modalità e le istruzioni da seguire per presentare la domanda per ottenere il beneficio addizionale del Reddito di Cittadinanza per l’auto-imprenditorialità. Il cosiddetto «Bonus del Reddito di Cittadinanza» è infatti rivolto a chi vuole avviare una attività lavorativa autonoma, una impresa individuale o una società cooperativa entro i primi dodici medi di fruizione del Reddito di Cittadinanza. Il suddetto bonus è pari a sei mensilità anticipate del Reddito di Cittadinanza per un massimo di euro 4680,00. Dopo aver avviato l’impresa, se il guadagno mensile supera i requisiti economici del RdC, il sussidio statale viene meno.

I requisiti

A poter presentare la domanda sono solo quelle persone che presentano specifiche condizioni. Nel dettaglio:  non devo far parte di nuclei familiari beneficiari del Reddito di Cittadinanza che abbiano usufruito del beneficio addizionale. O, ancora, che non abbiano cessato, nei 12 mesi precedenti la richiesta del bonus, una attività autonoma o impresa individuale. È importante che risultino, al momento della domanda, componenti di un nucleo familiare che sia beneficiario di Reddito di Cittadinanza in corso e che abbiano avviato, nei 12 mesi di fruizione del RdC, una attività lavorativa autonoma o di una impresa individuale. Il bonus sarà erogato direttamente dall’INPS entro il secondo mese dopo la domanda. L’importo sarà accreditato direttamente sul codice IBAN indicato nella richiesta o tramite un bonifico domiciliato .

LEGGI ANCHE: Davide Pecorelli trovato dopo 9 mesi: «Troppi debiti, cercavo un tesoro»

Dove presentare la domanda

La domanda può essere presentata, spiega l’INPS, solo dopo aver compilato il nuovo schema di modello telematicoRdC-Com Esteso” mediante il servizio online dell’INPS, i patronati o i CAF. Nel caso in cui si decidesse di presentare domanda tramite il sito internet dell’INPS, basterà autenticarsi con il PIN – solo fino al 1 Ottobre 2021 – , SPID, Carta di Identità Elettronica o Carta Nazionale dei Servizi.