Anaconda | in arrivo un reboot della saga dallo sceneggiatore di Divergent

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:50

Ormai caduto nel dimenticatoio ma per anni considerato da moti spettatori un vero e proprio “guilty pleasure”, Anaconda, film cult del 1997 diretto da Luis Llosa, tornerà al cinema.

A dare l’annuncio (totalmente inaspettato) è stata la stessa Sony, che ha dichiarato di voler realizzare un reboot del film che negli anni ’90 ha terrorizzato una intera generazioni di spettatori (un po’ per il gigantesco serpente, un po’ per la qualità della realizzazione).

Anaconda, il ritorno della saga

Il film Luis Llosa, per la legge del “tanto brutto, da essere considerato bello”, è diventato nel corso degli anni un vero e proprio fenomeno cult. Ed è forse proprio questa eredità ad aver convinto i vertici della Sony che possa essere una buona idea riprovarci e riportare in vita l’enorme serpente che, a suo tempo, affrontò anche Jennifer Lopez.

Leggi anche: Jim Carrey svela le sue condizioni per un sequel di The Mask

Ancora sconosciuto invece il nome di chi si occuperà della regia del reboot, né tantomeno quelli dei produttori e dei membri del cast.

Anaconda, il reboot con lo sceneggiatore di Divergent

A scrivere la sceneggiatura del nuovo film non uno qualsiasi, ma Evan Daugherty, già sceneggiatore del primo capitolo della saga cinematografica di Divergent.

Leggi anche: World War Z | c’è ancora l’idea di fare un sequel

La probabilità che lo script, una volta finito, rimanga a lungo nel cassetto, non è bassa, ma Daugherty potrebbe trovare il modo di resuscitare una saga considerata (con ottime ragioni) morta e sepolta. L’ultimo lavoro dello sceneggiatore è stato sul film di Tomb Raider con Alicia Vikander (graziato dagli incassi cinesi).

Anaconda, il film del 1997

Il film originale, anch’esso prodotto da Sony, vedeva nel cast Jennifer Lopez, Jon Voight e Owen Wilson. La pellicola ha poi avuto tre seguiti: Anaconda: Alla ricerca dell’orchidea maledetta e Anaconda 3 – La nuova stirpe e Anaconda – Sentiero di sangue. La trama del primo film seguiva le vicende di una troupe di documentaristi alla ricerca di una tribù perduta lungo il Rio delle Amazzoni.

Spedizione che, ovviamente, non sarebbe andata nel verso giusto.