Rosalinda Cannavò e nota conduttrice convocate dai PM di Roma | Ecco cosa sta succedendo

Si riaccendono le luci sulla vicenda dell’Ares-gate. Come riportano diverse testate nazionali, come il Tempo e il Corriere della Sera, Rosalinda Cannavò è stata ascoltata dai PM di Roma per la morte dello sceneggiatore Teodosio Losito. Insieme a lei, altri volti noti dello spettacolo, tra cui una famosa conduttrice.

Quelle parole dette nella casa del Grande Fratello Vip

Per Rosalinda Cannavò si spengono le luci del Grande Fratello Vip e si accendono quelle dell ‘Ares-gate, il caso scoppiato dopo le sue dichiarazioni fatte proprio tra le mura della casa più spiata d’Italia. Dopo poche settimane dall’ingresso nello show, l’attrice, forse non dando peso all’occhio vigile delle telecamere, ha parlato con il suo collega e in quel momento ex fidanzato Massimiliano Morra (poi si è scoperto che la coppia, era solo una montatura creata proprio dall’agenzia) del passato vissuto assieme, nell’ambito lavorativo.

Le sue parole sono state così scioccanti da far esplodere una serie di polemiche, discussioni in salotti televisivi, supposizioni varie e tanta tanta curiosità da parte del pubblico. Adua Del Vasco, questo il suo nome d’arte con cui è entrata in principio nella Casa, ha descritto quei periodi all’interno dell’agenzia Ares, come un periodo buio e di terrore, caratterizzato dal controllo e dal lavaggio del cervello, proprio come accade nelle sette. La Cannavò ha detto che lei è riuscita ad uscirne, ma Teodosio Losito non c’è l’ha fatta, andando dritto verso il suicidio avvenuto il 9 gennaio 2019.

Rosalinda Cannavò dai PM di Roma

Rosalinda Cannavò  in queste ore è stata ascoltata come testimone dal Pubblico Ministero di Roma, proprio  per queste sue dichiarazioni,  inerenti la morte dello sceneggiatore Teodosio Losito. L’uomo fu trovato morto nella sua casa e fu ritenuto suicida. Ma le parole che la Cannavò ha detto al suo ex collega Massimiliano Morra nella Casa del “Grande fratello Vip” hanno aperto le porte su uno scenario inquietante, sul quale sta indagando la procura.

C’è il forte sospetto infatti che Losito “sia stato istigato al suicidio“. L’ indagine è stata avviata dopo la denuncia dei familiari dello sceneggiatore. Tuttavia non è solo Rosalinda Cannavò il personaggio dello spettacolo ascoltato dal PM di Roma. Oltre a lei verranno convocati anche Massimiliano Morra, Gabriel Garko, Alberto Tarallo (il vecchio proprietario dell’ Ares film che scritturava gli attori per le fiction di successo di Canale 5, di cui Losito era lo sceneggiatore) e anche la conduttrice Barbara D’Urso

La D’Urso infatti poco dopo le dichiarazioni della Cannavò all’interno della casa del Grande Fratello Vip, si è occupata della questione nei suoi programmi televisivi insieme ai suoi ospiti e agli opinionisti presenti.

LEGGI ANCHE ———–>Rosalinda Cannavò abbandona i social: la drastica decisione

La lettera della Di Cipro

Intanto fa ancora discutere una lettera scritta da Raffaella Di Cipro per Rosalinda Cannavò. L’attrice che ha sempre preso le difese dell’agenzia, aveva inviato queste parole all’attrice mentre era ancora all’interno della casa del reality show:

LEGGI ANCHE ———–>Rosalinda Cannavò torna da lui | Il passo indietro dell’ex gieffina

“Hai fatto del male a me e a tutte le persone con cui hai lavorato, raccontando che la tua vita sarebbe stata nelle mani delle sette sataniche. Mi sono chiesta cosa ti abbia spinto a raccontare certe fantasie così estreme, infamanti e ben lontane da qualsiasi realtà tu abbia vissuto. Mi chiedo quindi se il tuo sfogo sia dovuto al deserto che, malauguratamente, ti si è creato attorno. Hai deciso di lasciarmi fuori dalla tua vita bloccandomi sul telefono e sui social network. Io ho sofferto molto quando hai deciso di fare questa cosa.”